Home » Aziende & Prodotti » Curare il Diabete in 21 Giorni

Curare il Diabete in 21 Giorni

CONDIVIDI


Un volume in grado di sfatare il mito secondo cui il diabete è incurabile.

dottor Gabriel Cousens

Una guida essenziale per combattere una tra le più diffuse e debilitanti patologie dei nostri tempi.

Un rivoluzionario programma di 21 giorni per abbassare i livelli di glucosio nel sangue e invertire il processo diabetico fino alla guarigione.

Il dottor Cousens analizza in modo eccellente i fattori di rischio, le cause, e le cure naturali esistenti per questa patologia debilitante che interessa ormai centinaia di milioni di persone nel mondo intero.

Le terapie proposte sono basate sulla dieta vegan, senza proteine animali di nessun genere. La radicalità di questo approccio è compensata dagli straordinari risultati che nessun altro genere di regime curativo garantisce.

Questo metodo è infatti il frutto di uno lavoro medico collettivo durato 35 anni che ne ha comprovato l’efficacia.

Il programma terapeutico denominato “Albero della vita” è in grado di reirìvertire il processo degenerativo del diabete di tipo II sino a completa guarigione nonché di apportare miglioramenti notevoli rispetto ai disturbi generati dal diabete di tipo I. Il tutto tramite un approccio naturale a trecentosessanta gradi che tiene conto di alimentazione, emozioni, stile di vita e rimedi naturali.

 

CONDIVIDI


Puoi seguire tutti i commenti di questo articolo via RSS 2.0.

37 Commenti per “Curare il Diabete in 21 Giorni”

  1. Emanuela

    Articolo molto interessante. Cercherò il libro. Lo dico sempre a quelli che hanno il diabete di non usare l’insulina, che atrofizza il pancreas, ma di stimolare l’organo a produrne con una corretta alimentazione. Ti ascoltassero una volta!

    • sara

      Scusate ma se parliamo di diabete alimentare posso essere d’accordo su tutta la linea, ma vorrei farvi una domanda. Io soffro di diabete mellito di tipo 1 da quando avevo 11 anni. Il mio pncreas non produce più insulina, devo iniettarla necessariamente dall’esterno perchè le mie cellule beta sono distrutte. Per quanto possa sentirmi in colpa dato che l’insulina fu scoperta attraverso esperimenti sui cani, potreste dirmi come potrei vivere senza utilizzarla? La mia non vuole essere una polemica sterile, ma credo che alcune informazioni andrebbero vagliate prima di far passare il messaggio che “ogni forma di diabete può essere curata con una dieta vegana”. E vi parlo da vegetariana, per cui ripeto, non voglio assolutamente dare contro a nessuno. Beato chi può non utilizzare farmaci, ma per alcuni la cosa è impossibile.

      • Marty

        Io ti do pienamente ragione, infatti questo libro è per curare il diabete di tipo 2, quello dovuto ad una scorretta alimentazione e che viene in età avanzata. Per il tipo 1 dice che apporta miglioramenti ai disturbi, sicuramente non può sostituire i farmaci!

  2. Eleonora

    Io non sono un medicoma ci sono stati casi incui persone hanno fatto diete particolari per curare il diabete e si sono ritrovate in una bara, io sono scettica su queste diete miracolose e stareimolto di più sulla medicina tradizionale.

    • hugo

      è probabile, cara Eleonora, che le persone che hanno fatto diete particolari non si siano minimamente avvicinate al metodo vegano crudista proposto dal dott. Cousens. Su di me ha funzionato benissimo, ho 55 anni e sono guarito dal diabete, sto controllando il sovrappeso senza fatica e ho ripreso la mobilità articolare di un bambino. Ormai sono più di sei mesi che seguo il regime alimentare da lui proposto e l’uscita di questo libro mi rende davvero felice perchè spero chiarirà ancora meglio alcuni dubbi. Sono comunque disponibile a rendere testimonianza diretta di quanto affermo con tutta la documentazione medica del caso. In ogni caso per capire meglio cos’è e su quali principi si basa l’igenismo naturale provate a leggere il blog di Valdo Vaccaro cercandolo su google. Sperando di esservi stato utile… buona vita a tutti voi.

      • Genziana

        Spero di trovare questo libro,magari on line..sono vegetariana ma non vegana e molto molto magra!chissà se riuscirò a non avere sempre fame!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

    • monica cappellini

      in un certo senso hai ragione NN CS puo’ affidare ad un libro….
      ma si deve trovare la terapia ad personam; che puo’ essere qualsioglia cosa, ma deve funzionare

  3. Barbara Primo
    Barbara Primo

    Neanch’io sono medico… ma col diabete nella bara ci si finisce di sicuro, in anticipo e male… credo che se si comincia a provare una dieta del genere facendo regolarmente gli esami necessari ci si può accorgere se funziona o meno, se ci sono dei miglioramenti si può continuare, altrimenti si può tornare al vecchio sistema delle medicine… purtroppo la maggior parte delle persone non ascolta il proprio corpo e preferisce arrivare a situazioni limite, con la salute definitivamente compromessa: tanto c’é la pastiglia… (per il colesterolo, per la pressione alta, per il diabete…) come se fossero pillole miracolo senza effetti collaterali.
    Avevo già letto di una persona che era guarita dal diabete con un regime alimentare a base di azuki, zucca giapponese e riso integrale combinati e che aveva guarito molte persone in tutto il mondo…
    Non sono per niente scettica al riguardo, se avessi il diabete non lascerei niente di intentato, anche perché é logico cercare di guarire da una malattia, che ci si é auto-inflitti tramite l’alimentazione, attraverso lo stesso mezzo.

  4. tilde

    mia madre e diabetica ma purtroppo ha una mentalita d altri tempi

  5. graziamaria

    Domanda, forse, sciocca…e chi non l’ha, può comunque essere da guida per un programma nutrizionale ?

  6. pampaloni m.ludovica

    mi sembra possibile guarire con una scrupolosissima dieta, purché la dieta stessa si componga di alimenti sani, non uso di proposito l’abusatissimo BIO, certo si parla solo del diabete di 2. tipo. Ma mi chiedo da tempo, visto che ho una figlia con diabete di 1.tipo, come non sia stato finora possibile trovare un’alternativa valida, determinante all’insulina? A volte penso che le case farmaceutiche produttrici di insulina frenino la ricerca dell’alternativa, dovendo prima smaltire le scorte…..come si fa a non dubitare e a essere ottimisti? E come spiegarsi le diversissime tecniche di cura tra i vari centri diabeto(il)logici?

    • hugo

      guarda il dvd di cousens. Si chiama “crudo e semplice” della macro edizioni. Scoprirai che una speranza per tua figlia esiste… eccome se esiste.
      auguri!

  7. Barbara Primo
    Barbara Primo

    Ho visto un reportage alla tv francese dove davano le cifre del giro d’affari dell’insulina. Se i diabetici guariscono é un disastro finanziario senza precedenti! E’ per questo che non viene toccato lo zucchero e la diffusione della stevia é ostacolata… A mio parere, o se fossi io in quella situazione non lascerei niente di intentato. Sicuramente leggere un libro non nuoce alla salute! 😉

    • hugo

      per non parlare del business delle malattie correlate al diabete e ai sui inefficaci rimedi che spaziano dalle pastigliette per la pressione alla chemioterapia, dalla dialisi agli interventi agli occhi. Il business possiede la cultura della morte e il malato è fonte di reddito.
      Lo zucchero: guardatevi questo video
      http://www.youtube.com/watch?v=h7fb5_m6mog
      e così scoprirete che razza di cibo morto è.

  8. tilde

    che schifo le lobby farmaceutiche che speculano sui malati ma come si puo combatterle?

  9. giangiacomo

    sommessamente, chiedo,quanti milioni di persone al mondo hanno il diabete,
    possibile che siano tutti ignoranti? e quanti lo hanno e ancora lo debbono scoprire? e i medici tradizionali come mai sono all’oscuro di questa interessante scoperta?gradirei vedere le documentazioni originali delle persone guarite con tale metodo.prego controllare mia e. mail su Windows Live M.S.N
    troverete piu di 500 mail inviatemi a giangiacomo38hotmail.it,mi spiegate come si possono inviare tante mail ad un indirizzo non valido? grazie!!!!!

    • hugo

      stasticamente tra i 260 e i 290 milioni di persone. molti sono ignoranti, alcuni consapevoli. molti lo devono scoprire. i medici tradizionali o ignorano o (peggio) si attengono al protocollo. Sono disponibile a inviare gli esami del sangue di sei mesi fa , quelli di tre mesi fa e tra dieci giorni ne faccio dei nuovi che confermeranno quanto già detto, oltre al mio tesserino di diabetico.
      ……………. torniamo ai medici………….. il mio
      anni fa chiedevo…non c’è un sistema per guarire?
      risposta NO …è una malattia degenerativa. Puoi solo alimentarti meglio (dieta mediterranea con basse quantià, un pò di tutto insomma, ma poca frutta ecc ecc ) fai del movimento ma NON si guarisce. E intanto pigliati due pillole, una per il diabete e l’altra per la pressione.
      Poi… grazie al fatto che sono testardo e per vecchi motivi non credo nella capacità dei medici fatta eccezione per la medicina d’urgenza a furia di cercare e di provare ho scoperto l’albero della vita e il dott Cousens. Sono guarito. Bene ..l’ho detto al mio medico… gli ho detto se hai dei malati di diabete fai conoscere questo metodo anche se all’inizio è faticoso, dai loro questa opportunità. La sua risposta?… mi devo attenere al protocollo.
      Non hanno fatto il giuramento di Ipppocrate ma quello dell’ipocrita servo delle case farmaceutiche…. poi altre conclusioni tratele voi…
      buona vita a tutti voi
      hugo

  10. tilde

    sono perfettamente d accordo con quello che tu hugo dici ma mi chiedo possibile che un malato non ha libero arbitrio di curarsi come vuole?

    • hugo

      certo, tu ti puoi curare come vuoi ma devi avere l’informazione. Il medico te ne fornisce solo una piccola parte, quella che produce soldi alla sua categoria e all’industria farmaceutica.
      Non dimenticare che la nostra “medicina” allopatica rappresenta meno del 20% delle cure possibili. Solo che tu non hai facile accesso alle informazioni sulle alternative…tutto qui.

  11. Eleonora

    perchè questi medici non ne parlano ma stanno nell’ombra forse per avere informazione bisogna che qualcuno la dia … Non so se credere in queste medicine alternative anche se mi piacerebbe veramente molto crederci bisognerebbe avere qualche prova in più e non solo parole e inoltre queste cose io le ho scoperte tramite internet dove c’è un po’ di tutto come fare a credere … ribadisco mi piacerebbe avere delle alternative e sbatterle davanti ai medici spesso truffatori e avvelenatori del nostro corpo.

  12. monica cappellini

    cosa nota circa il giro d’affari dei medicinali; tuttavia informandosi ci si puo’ curare come meglio si crede; io un carcinoma infiltrante , dopo hptesi di squartamenti vari, l’ho affidato ad un guaritore vero, ed ho seguito una dieta totalmente priva di proteine animali. dopo 2 anni da 3 cm è praticamente sparito.
    Mi sono anche curata da un agopountore cinese, per altre cose; dunque bisogna VOLER provare e VOLER guarire a tutti i costi. E chiedere sempre per sapere.

  13. Genziana

    Purtroppo è così..altrimenti la chemioterapia non farebbe la strage che sappiamo

  14. Nadir

    Son tentata di regalarlo ad una persona cara a cui voglio bene, ma che per cultura ed età è lontana mille miglia … nei giorni scorsi sono stata ospite a casa sua, e quando le ho detto che non mangiavo più prodotti animali, mi ha chiesto ” e come fai a stare in piedi?”
    L’atteggiamento mentale in questo frangente è fondamentale, è diabetica da anni e ha già perso la vista da un’occhio… vorrei tanto fare qualcosa per lei, ma temo di fare un buco nell’acqua.

  15. Massimo Rinaldi

    L’ho appena finito di leggere e, dal 1° gennaio 2011 sto provando a seguire i suoi consigli alimentari…
    Sono vegetariano da 12 anni ma purtroppo in sovrappeso (mangio male nonostante il vegetarismo, troppi dolci e troppi latticini!!!) e con diabete diagnosticato nel 2008…
    I medici mi hanno consigliato di prendere una pastiglia di metformina TRE volte al giorno, per il resto della mia vita (ho 46 anni) dicendomi che la malattia è cronica e incurabile. Ma preferirei non assumere medicinali !!!
    Vi farò sapere, se la “cura” funziona !!!!

    Per Hugo: mi piacerebbe parlare meglio con te della tua esperienza, visto che ci sei riuscito !!!!

    • fwspeek

      http://valdovaccaro.blogspot.com/

      su questo sito puoi trovare utili indicazioni

    • hugo

      a massimo,
      il mio indirizzo e mail è: magohugo@gmail.com e vivo a torino e a bergamo.
      Sarò felice di esserti di aiuto e spero che la mia esperienza sia di aiuto a te e a molti altri. Richiede però forza di volontà e uno sforzo iniziale per comprendere bene che cosa comporta il diabete nel tempo. Questa consapevolezza crea la motivazione e ti da forza.
      Per chi non se ne rende conto il diabete attacca i reni ed è facile finire in dialisi, gli occhi sino alla cecità, il cuore in modo serio inibendo la circolazione sopratutto agli arti inferiori ed è causa di amputazione, forme tumorali. Tutto questo magari non insieme ma a me è bastata una notte passata con un diabetico di 67 anni a cui il giorno seguente veniva amputata una gamba per capire che il diabete non è una roba che si tiene buono con una pastiglia. Questa è la consapevolezza che (nel mio caso) generando la paura mi ha motivato fortemente alla ricerca di una soluzione che ho impiegato (purtroppo) 4 anni a trovare e che condivido più che volentieri.
      A proposito, buon anno.
      P.s. Il blog di Valdo Vaccaro è interessantissimo
      Hugo

  16. nadia

    PER HUGO
    Mia mamma “era” diabetica, (e credo anche mia nonna materna), insulinodipendente ben 4 al di. donna molto forte mi diceva “figlia mia sta insulina mi fa male..”. Il fatto è che lei mangiava e viveva come ha voluto.
    Ghiottona di frutta non se l’è mai fatta mancare. Ed ha fatto bene!! Dieta cmq varia e semplice, donna, la mia mamma di altri tempi.
    Andrò a comprare almeno il libro, non so se sia vero che tu sei relamente guarito, ma ne sono felice. Ho sempre pensato che mia mamma fosse proiettata nel futuro, ma non era poi tanto facile, farla approdare sul serio.
    Visto che non sono riuscita con mia mamma, e temendo l’ereditrietà del diabete….la sua morte improvvisa…giunta come fulmine a ciel sereno…nulla faceva presagire…beh trovarla morta in casa, il pomeriggio del 31 dicembre 2009….mi ha scatenato una serie di situazioni….a catena. Non mi dilungo oltre, ma a marzo 2010 avevo già perso circa 15 kg.Controllo tutto, non solo la glicemia, ma sopratutto la hb1ac, se non erro si scrive così, se 6 stato diabetico sai cos’è.
    Leggerò il libro, poi, se convinta, lo regalerò ad altra persona….
    Ciao
    Nadia

    • Akentos

      Tantissimi auguri 🙂

    • hugo

      “non so se sia vero che tu sei relamente guarito”….
      così scrive NADIA…
      per ora i valori degli esami promettono davvero bene e verso fine mese o metà febbraio farò un ricontrollo e a questo punto sono passati 10 mesi e quindi si potrà con maggiore attendibilità dire se sono guarito o semplicemente ho avuto una “pausa” diabete. Di certo mi sento molto meglio di prima e questo non è poco. In quanto alla frutta essa costituisce più del 50% di ciò di cui vivo e il restante sono semi e verdure crude. Pochi germogli perchè non li amo particolarmente. Per cui la frutta fa benissimo, ma credo che miscelata con l’insulina sia un cocktail micidiale. In realtà il libro non cerca di convincere quindi ti resta solo una cosa da fare: provare. Non è che qualche giorno di digiuno e un mese a frutta e cibi crudi abbiano mai ammazzato nessuno. Se poi esami e stato tuo di dicono di continuare continui altrimenti abbandoni. Auguri qualunque cosa tu decida di fare.
      hugo

      • nadia

        Grazie Hugo, mi auguro che tu possa essere guarito completamente quando rifaria gli esami di routine.
        Ho comprato e sfogliato il libro:- giudizio complessivo – è di un assurdità totale- riporta dati statistici vedasi gli istogrammi…..,esempio, le popolazioni più colpite dalla glicemia INDIA- poi però si consiglia a sproposito un sacco di prodotti anche e non solo indiani, cmq di non facile ritrovamento se non in negozi speciali, (fregandosene che x far pervenire quelle erbe e qeui prodotti si alimentano trasporti e inquinamenti vari…). si spara a zero su olio di oliva salvo poi riferirsi all’extra vergine, premiando i vari oli di semi etc…vorrei ricordare che per esempio mentre l’olivo SE SPREME normalmente…SONO UNA SALENTINA DOC E SO COSA SONO I FRANOI A PIETRA ED ELETTRICI….per la soia ad esempio non è così, si aggiunge la chimica per l’estrazione…del succo…..-trovo inoltre eccesivo nel libro tutte le note bibliografiche vedi ad esempio pag 207 note al capitolo 4…..son proprio curiosa di cercare e indagare alemno in parte quelle note e le loro origini…vorrei proprio sapere quanti cercheranno quei libri…ammesso che esistano per davvero poi pag 227 cap. 5.4 le ricette per preparare i succhi…..si consigliano addiritttura le macchine spremitura con tanto di nome… o a pag 244 cap 6.3.2 il mixer…vita-mix super 5000 etc etc…
        L’UNICA COSA SU CUI SI PUO’ CONCORDARE, ma per questo non c’è bisogno di scomodarsi troppo…è CERCARE DI AVERE UN TIPO DI VITA COME QUELLA DEI NS NONNI, semplice come una volta, migliorata dal punto di vista igienico e dalla conoscenza della ns vita di acculturati.
        Inquinare il meno possibile, mangiare di tutto con equlibrio prima di tutto mentale, amare ciò che si prepara e farselo con le proprie mani, rinunciando ad esempio a quei cibi ASSURDI E IMPROPONIBILI quali 4 salti in padella e company..merendine e DIO sa cosa altro….piu’ frutta e veredura cruda, meno molto meno molto meno la carne, ma non per questo mai eliminarla completamente…i ns progenitori….col cambiar del clima ad un certo punto aggiunsero alle bacche e verdure anche le carni…prima crude..poi con las coperta del fuoco…impararono a cuocerla!!! STrafare e stramangiare sempre carne NON VA BENE.
        Equilibrio, legumi, pesce, carboidrati, verdure, acqua, per una giusta alimentazione, equa, come fanno i ns amici animali che UCCIDONO LE PREDE SOLO PER MANGIARE , non per abbuffarsi!!!! I ns amici animali loro si che sono parchi..e guarda come li trattiamo….cavie di laboratorio…e pellicce e creme…pelouche..etc…

        Ridicolo il sale CELTICO e7o quello rosa himlayano…..
        il sale integrale marino naturalmente iodato, ma l’aveta mai visto veramente una salina???????? c’è bisongo che giunga dall’himalya????????
        DAI PER FAVORE, SERIETA’!!!
        Ho sempre desiderato acquistare un estrattore di succhi per verdure ortaggi e frutta, ma alla fine non l’ho mai comprato perchè ho sempre temuto che per l’estrazoine la macchina SCALDI l’alimento danneggiandolo…guarda non ho in casa il microonde, non mi è mai stato simpatico, così come non tollero il forno ELETTRICO, ermeticamente chiuso dove l’ossigeno non entra…IO INFATTI HO VOLUTO IL FORNO A GAS, e sono molto attenta e scrupolosa, sia nel suo uso prima durante e dopo…
        SONO UNA CHE SI FA IL PANE FATTO IN CASA
        LA PASTA FATTA IN CASA
        PREPARO IO DOLCI E MARMELLATE, VERDURE E LEGUMI, ED ODIO I MEDICINALI, DI CUI NON NE FACCIO USO!!!!!!!!!
        Anche se la mia professione mi ruba molto tempo, tengo molto all’alimentazione della mia casa e famiglia!!!

        MESSAGGIO MIO TERMINALE, se l’intento è quello di far comprare un libro, ci sta, 18 eruo vanno e vengono, ma DENTRO IL LIBRO aklla fine c’è la solita setta…che ops ti può…seguire e propone corsi…insomma stile scientology e company!!!!!!!!!!
        Smettere di credere che solo le culture degli altri SONO IL TOCCASANA…..malati e malattie…sono ovunque nel mondo…endemiche..in alcuni casi…indotte…in altri…
        NON BISOGNA PERO’ INCENTIVARE COSE STRANE NELLA MENTE DI PERSONE CHE INVECE STANNO VIEVNDO IL DRAMMA DI QUALUNQUE MALATTIA!!!!!!!!!

        Credo e spero che il mio messaggio sia chiaro, è lungo lo so, ma ci voleva tutto!!!!!!!!!
        Ciao.
        Nadia

  17. hugo

    (.,esempio, le popolazioni più colpite dalla glicemia INDIA- poi però si consiglia a sproposito un sacco di prodotti anche e non solo indiani, cmq di non facile ritrovamento se non in negozi speciali, (fregandosene che x far pervenire quelle erbe e qeui prodotti si alimentano trasporti e inquinamenti vari…)
    ………………………..gli indiani usano un sacco di burro chiarificato (il suo nome è ghè) e lo mettono dapperuttto in abbondanza. La maggior causa di morte in india è l’infarto e come seconda arriva la famiglia del diabete e le sue complicazioni…………………..
    ……………………..Ridicolo il sale CELTICO e7o quello rosa himlayano…..
    il sale integrale marino naturalmente iodato, ma l’aveta mai visto veramente una salina???????? c’è bisongo che giunga dall’himalya????????
    ………………….no dall’imalaya no in quanto abbiamo le miniere in sicilia Perchè sale di miniera?… semplicemente perchè si è depositato migliaia di anni fa e non è sicuramente inquinato mentre invece il salmarino di salina, specie quello di margherita di savoia….
    ……………………………………………………………
    NON BISOGNA PERO’ INCENTIVARE COSE STRANE NELLA MENTE DI PERSONE CHE INVECE STANNO VIEVNDO IL DRAMMA DI QUALUNQUE MALATTIA!!!!!!!!!
    io il dramma della mia me lo sono vissuto sino in fondo con la depressione e tutto il resto… oggi vorrei condividere la gioia e il metodo della sua cura.
    Come ho già detto e ribadito provare costa nulla e ad un mese di frutta e verdura cruda non ci è mai morto nessuno.
    Si guarisce senza bisogno di frequentare corsi solo usando poche regole.
    per l’italianizzazione della dieta frequentate il blog di valdo vaccaro o chiedete a me…non costo nulla e non voglio neanche un grazie!
    …………….
    hugo

    • nadia

      Ecco vedo che mi dai ragione sulle notizie delle popolazioni indiane..malate non solo di diabete.

      Infatti delle ns saline mi riferivo proprio, non ho fatto in tempo a scriverlo, a quelle siciliane ITALIANE QUINDI, sono sterttamente imparentata con i siculi e quando ci vado so cosa e dove prendere…anche il sale..senno’ me lo faccio inviare!!

      Il problema signor HUGO non è la prova del mese di verdure crude che non uccide nessuno!!!! Il problema e che in quel libro decantato, ci sono e mica tanto velati GROSSI INVITI a far parte di pseudo gruppi!!!! le persone che vivono una malattia, QUALUNQUE SIA, sono più vulnerabili, sta bene L’INVITO ALLA MODERAZIONE E ALLA QUALILTA’ DEL CIBO
      signori SIAMO QUEL CHE MANGIAMO….ma non facciamoci prendere per i fondelli.

      E’ ridicolo che i VEGANI CONVINTI comprino nei famosi negozi specializzati i preparati di SEITAN a forma di FETTINE DI SALAME E O ARROSTO, cos’è c’è il bisogno di RICORDARE CHE LA NS ALIMENTAZIONE è anche di carne??? PERCHE’ SIG.RI VEGANI andate a prendere e mangiare quell porcherie che per il solo fatto di essere imbustate nella plastica, sia pur riciclabile E’ VELENO ALLO STATO PURO!!!!
      CAPISCI sig HUGO cosa intendo????
      Io non sono contraria nè ai vegertariani, nè ai vegani o altre forme stupide
      SONO CONTRARIA ALL’INDOTTRINAMENTO!!!

      Altro esempio, sabato poichè sono una persona estremamente curiiosa sono andata in un posto, non faccio nome x non fare pubblicità.
      Cercavo, senza fare troppa strada, vino senza solfiti, e acido citrico.

      Trovati entrambi – VINO SENZA SOLFITI CHIMICAMENTE AGGIUNTI – allora l’unico vino che riesco a bere è: da mio zio (che non sta a S Margherita di savoia- non dirlo a me Hugo, so quanto hanno inquinato la MIA TERRA -) nel SALENTO, perchè se lo fa lui-
      altro vino, da un cugino nel cuore della sicilia, perchè se Lo fa lui.
      STOP —- NON ESISTE ALTRO VINO SENZA SOLFITI – NEPPURE QUELLO CHE PUOI PAGARE DA 5 EURO A 10 MINIMO-

      Acido citrico…l’ho preso, la domanda, ma quanti limoni sono serviti per lavorarlo e renderlo in polvere…sta tranquillo che mi documento…anche in questo
      MA MI SEMBRA UN ALTRA FIERA DEL FREGA FREGA. sai perchè? perchè i parenti che ho in sicilia proprietari di enormi piantagioni di AGRUMI, sono incavolati neri per che i limoni glieli pagano nulla….e…piuttosto che cedere non li raccolgono manco piu’ dalla pianta….QUINDI MI PARE LECITO FORMULARE IL SEGUE NTE PENSIERO..DA DOVE ARRIVANO STI LIMONI????

      Mentre ero nel famoso negozio BIO sabato, mi sono volutamente attardata perchè sentivo le chiacchierate del proprietario con uno che voleva entrare nel GIRO dei NEGOZI BIO, parlottavano di pinco e pallino, a si quello fa il pane ma ci aggiujnge il malto etc etc…mentre ascoltavo…leggevo tra gli scaffali, FARINA BIO DI QUESTO E ALTRO, cerco la provenienza….ARGENTA (FERRARA)…eh si IN EFFETTI nella Romagna ci son sempre stati campi di GRANO DURO!!!!!!!!!!!!!!!!!!
      Ma quando MAI???? IL GRANAIO D’ITALIA E’ SEMPRE STATA LA SICILIA, ha mai visto per così dire il paesaggio nel cuore della sicilia??? Dove il grano viene seminato per davvero? hai mai visto le, a volte dolci a volte impervie colline dell’Agirino??? Ho comprato la farina DI GRANO DURO!!! e credi quella si che è farina!!!!!!!!!!!!!
      non quella che viene lavorata AD ARGENTA, signori ho scoperto che nel Ferrarese c’è tanto BIO…..E TANTO DIO. si ma quello di denaro…..
      POI DA DOVE ARRIVI STA FARINA…..BOH!!!! NESSUNO LO SCRIVE SUI PACCHI….

      Anche i prodotti SEITAN e altro vegano, giungono da lì….
      e beh si, saranno veramente molto bio!!!!!!!!!!!!!

      Le diete italianizzate dal sito VACCARO….VEGANI, davvero credete che le piante siano FELICI d’eseser uccise?????????? o beh, bollire la verdura…NO MICA GLI FAI MALE…. CUOCERE i legumi….freschi…NO MICA GLI CREI DOLORE…….e chi lo dice…ne siete proprio così sicuri??
      io sono convinta del contrario. ANCHE LE PIANTE SOFFRONO, e gioiscono anche, adorano la musica…..non si possono muovere, ma fidati che quando ti sentono arrivare col coltello o la cesoia…stai tranquillo che hanno gia’ avuto le vibrazioni..e dal terrore, tremano e piangono!!!!

      MI FERMO QUI.
      IL MIO DESIDERIO E: SPERO CHE TUTTI POTREMO UTLIZARE SEMPRE LA NS TESTA-
      SPERO CHE DA SUBITO IL MONDO IMPARI A RISPETTARSI SIA ESSO
      ANIMALE
      VEGETALE
      MARINO
      MINERALE
      COSMO, UNIVERSO,
      …ED INFINE….ALL’ULTIMO POSTO….umano!!!!

      Nadia

  18. annalisa1980

    @ Hugo se “eri” un diabetico di tipo I (e non di tipo II come mi sembra di aver capito) contattami pure. Son vegana e pronta ad ogni altro ulteriore cambiamento.
    @ Barbara dire che il diabete di tipo II viene auto – inflitto con l’alimentazione non è corretto … non tutti gli obesi son diabetici.
    @ Emanuela i somari son bellissimi ed è vero che all’inizio si stimola la produzione di insulina – facendone pochissima – ma quando inizi ad avere valori sopra i 300 perenni cosa fai? dimmelo tu ti prego

  19. Leopoldo

    Che confusione!!
    Curare non significa necessariamente guarire. Esistono decine e decine di “cure” per il diabete ma nessuna fa guarire l’ammalato. Il libro, nel titolo, promette di curare! “…. in 21 giorni…” ?? Cosa vuol dire ?

Lascia un commento

VeganOK TG News














Promiseland.it


VEGANOK S.R.L. SOCIETÁ BENEFIT
P.IVA 13693571005
tel. +39 063291366
fax +39 0692912710

Info

chi siamo
contattaci
condizioni d'uso
privacy e cookie policy
feed RSS feed rss

VeganOK Network

promiseland.it
veganblog.it
veganok.com
biodizionario.it

 

veganwiz.com
veganwiz.es
veganwiz.fr