Home » Dalla redazione... » Karma

Karma

CONDIVIDI


 

Il merlo

 -Un giorno passeggiavo con una mia amica e vidi un merlo dentro una gabbia piccolissima. Evidentemente era usato da qualche cacciatore come richiamo. Io dissi che non potevo vedere
gli uccelli in gabbia e la mia amica mi disse che, se era in gabbia, questo doveva essere il suo karma. Allora mi avvicinai alla gabbia, l’aprii e le dissi: “Ora qual è il suo karma?” ..Il suo karma era volato via. E cosa aveva fatto la differenza? La mia volontà, la mia decisione, la mia scelta di cambiare.

Il suo Karma era cambiato e insieme al suo il mio (ecco il significato e l’importanza del ‘retto
agire’ buddista). La condizione naturale, per un merlo, è quella di volare. Forse il suo karma doveva cambiare, proprio allora, in quel momento, grazie alle mie mani, chissà per quali leggi. Avevo solo fatto un’azione.
Ogni mia azione è importante.

 
– il karma non va confuso col nostro concetto di destino. Karma significa letteralmente ‘azione’. Le nostre azioni agiscono direttamente sul nostro ‘destino’ (inteso come ciò che “ci accade”,
cioè scegliamo che ci accada) e quindi sulla qualità della nostra vita e degli esseri che ci circondano. E’ una legge sempre operante che dà valore al nostro libero arbitrio. Nel momento in cui si pone la scelta, che essa provenga da congiunzioni astrali o da mille vite
precedenti o da Esseri angelici, solo la nostra volontà di cambiare le cose può avere effetto sul mondo circostante e in noi stessi. Solo la nostra ignoranza può momentaneamente giustificarci. Un semplice gesto, che a noi non costa alcun sacrificio, può fare una grande differenza per un’altra creatura. Vedi, ad esempio, la scelta di non mangiare carne.

Siamo tutti uniti


– Poiché non siamo separati da tutto ciò che esiste, ogni nostra azione avrà effetto sui tre piani (spirituale-mentale-fisico) dell’esistenza, che ne siamo consapevoli o meno. Questo è il
significato del karma. Spesso invece usiamo parole quali destino, karma, volontà divina ecc. solo per giustificare la nostra ignoranza e pigrizia. Siamo molto bravi ad attribuire tutto ciò che non vogliamo cambiare alla volontà di un Essere superiore o a leggi che sfuggono
al nostro controllo. Anche se intuiamo che esistono leggi molto semplici, come quella di causa-effetto, o dell’attrazione. Il karma ci fa comprendere che tutto ciò che ci accade dipende unicamente da noi, per cui è sciocco voler cercare negli altri l’origine della
sofferenza nostra e degli altri esseri.
Noi siamo responsabili, e per questo le nostre scelte possono fare la differenza. Possiamo trasformare in un istante il karma negativo in karma positivo. E’ questa consapevolezza che rende vane tutte le dottrine, le religioni. Poiché il karma implica l’amore
come unica via d’uscita dalla sofferenza. E con l’amore, quando l’amore è totale apertura, totale libertà, totale compassione, e non una semplice maschera dietro cui nascondere la nostra ipocrisia, possiamo dimenticare tutto il resto.

(Da Diventachisei di David Ciolli)

CONDIVIDI


Puoi seguire tutti i commenti di questo articolo via RSS 2.0.

13 Commenti per “Karma”

  1. jane

    E un agnellino o un capretto tolto con forza alla madre in questi giorni di Santo natale per andare al macello che Karma aveva?
    Mah..la legge del karma e’ un po’ come quel proverbio:”Come semini cosi’ raccoglierai.”..! Cosi’ come qualcuno mangia un animale ,un giorno l’animale mangera’ lui…Quell’atto malvagio che hai fatto lo sconterai e lo pagherai in futuro …!Quell’azione meravigliosa e giusta invece che hai regalato ti verra’ ricambiata in un momento ben preciso..
    Ovviamente la legge karmica non è così semplicistica, ogni reazione va ad accumularsi e sommarsi in una miriade di impressioni la cui trama non è facilmente “visibile” in una vita.
    In effetti si possono vedere persone malvage condurre una vita apparentemente felice, in realtà essi stanno godendo meriti già acquisiti, ma nel futuro i demeriti si combineranno alle situazioni della vita è sicuramente saranno pagati, in differenti forme di dolore e sofferenza. Ecco che si può spiegare il motivo di esistenze miti e tranquille che sembrano subire disgrazie e sofferenze apparentemente ingiuste, ma che hanno invece, evidentemente, un “pesante bagaglio karmico” cioè stanno scontando debiti precedentemente accumulati…..!
    Questa e’ la legge del karma…la legge della vita a cui gli induisti e i buddisti credono fermamente…

  2. Teo

    Chissà cosa avranno fatto in passato i bambini che muoiono di fame o che subiscono abusi…eccetera eccetera eccetera…a quanto pare nessuno ha insegnato loro la legge d’attrazione…

  3. stef

    ciao vorrei fare una riflessione sulla storiella del karma ..
    la ragazza che apre la gabbietta dice “e adesso qual è il suo karma?”
    si preoccupa di incidere sulla storia di vita dell’uccellino. sembra
    di poter avere potere sulle vite degli altri però poi quando si leggono tutti
    questi scritti sulle legge attrazione conosci te stesso ecc ecc si dice che
    abbaimo potere sugli altri, che non possiamo creare niente all’interno delle esperienze altrui. eppure ci preoccupiamo sempre di fare del bene (qualcuno del mal male) per altri, come nella storiella….

  4. david

    Ciò che fai agli altri è ciò che fai a te stesso. Sono la stessa cosa. Le leggi universali non contrastano fra loro ad un lvello di comprensione superiore.

  5. Stefania

    Ogni nostra azione FA la differenza.Scegliendo per esempio cosa mangiare decidiamo ogni volta della vita di povere creature.

  6. stef

    “Ciò che fai agli altri è ciò che fai a te stesso” infatti credevo che fondamentalmente la ragazza nel liberare l’uccellino agisse per se stessa.
    Volevo intendere che l’uccellino, anche se apparentemente e temporanemente ha ripreso la libertà, forse ugualmente non ha scampo e tornerà ad essere in gabbia a causa del suo passato od anche del suo presente karma..
    ciò non toglie nobiltà al gesto della ragazza, ma vorrei che aggiungesse un po di realismo alla storiella (e alla vita in generale). Cioè che non possiamo cambiare niente altro che la nostra storia personale e renderla + nobile anche non mangiando carne (e in generale non uccidendo altri esseri) Possiamo così essere di esempio per gli altri, ma chi si trova nel meccanismo di vittime (le “povere creature”) e carnefici, soltanto da solo può venirne fuori.
    scusatemi spero che riusciate a compredere il mio punto di vista
    …è sempre e solo un parere personale Grazie

  7. david

    E’ vero che ognuno può cambiare il proprio destino, ma questo non esclude che noi facciamo parte proprio di quel destino che accomuna tutti, e quindi cambiando noi stessi e il nostro modo di agire cambiamo anche il destino degli altri. Se non fossimo tutti interconnessi ogni nostra azione avrebbe poco senso. Rimane il fatto che il vero cambiamento può e deve avvenire solo dentro se stessi. L’uccellino aveva nel proprio karma, probabilmente, che qualcuno lo avrebbe liberato dalle catene del suo karma…Chissà…

    • stef

      ciao
      scusami non vorrei aver frainteso, ma se l’uccellino aveva nel proprio karma qualcosa, e un po come usare karma con il significato di destino, mentre stavamo parlando di karma con il significato di azione. così possiamo sempre e solo continuare a sperare …e che dio ci mandi un buon 2011 a tuttti
      auguri

  8. Teo

    A me pare tutto così complicato e inverosimile…infatti non credo nè al Karma nè alla cosiddetta legge d’attrazione. Che siamo interconnessi è sicuro…siamo interconnessi al passato e nel presente e sicuramente influiamo sul futuro a seconda di come ci comportiamo…

    • stef

      ciao teo non te lo vorrei dire, ma il karma (come descritto nell’articolo) è esattamente quello che tu dici e in cui credi:
      influire sul nostro futuro (e sul nostro presente) a seconda di come ci comportimo cioè a seconda delle azioni che compiamo
      se poi vuoi, con lo stesso principio puoi pensare alla tua vita attuale, al tuo attuale stato di coscienza, come derivate dalle azioni che hai pensato e compiuto nelle forme di esistenza precedenti a questa. (se ti va di credere in esse). ciao

      • Teo

        Ti ringrazio molto per il tuo gentile intervento. Io però non credo assolutamente nella reincarnazione e semplicemente penso che se io commetto anche una piccolissima brutta azione qui oggi, questa potrebbe, in una incredibile interconnessione tra gli esseri umani e pure con la natura, influire su un avvenimento domani in una maniera che non si può minimamente immaginare…comunque anche nel pensiero cattolico sulla nostra vita di oggi hanno influito gli errori dei nostri antenati, cosa che faccio ancora molta fatica ad accettare.
        io non credo comunque al detto: “Chi semina raccoglie”: la realtà purtroppo lo smentisce…

Lascia un commento

VeganOK TG News














Veganok.com


VEGANOK S.R.L.
P.IVA 13693571005
tel. +39 063291366
fax +39 0692912710

Info

chi siamo
contattaci
privacy e cookie policy
feed RSS feed rss

VeganOK Network

promiseland.it
veganblog.it
veganok.com
biodizionario.it

 

veganwiz.com
veganwiz.es
veganwiz.fr