La pelliccia…

Forse la conoscete già… io l’ho ricevuta via e-mail e mi è piaciuta molto…

Tu hai un figlio?

Questo è il mio…

Guardalo bene…

Forse il giorno che lo indo…sserai, mangerai o gli sparerai, potresti riconoscerlo…

Tu ami tuo figlio?

Io si…

Questo è il mio…

è la mia vita e farei tutto per lui…

Tu puoi lottare, urlare e difendere tuo figlio?

Io no…

A me non resta che guardare…

Io potrei urlare ma nessuno farebbe caso alle mie urla di dolore…

Potrei lottare ma le mie forze non sarebbero sufficienti…

Le mie lacrime per lui sarebbero invisibili…

Questo è mio figlio…

Ora lo conosci….

Quanto lo amo?

Quanto soffro per lui?

Tu sei madre… non dovresti fare queste domande

A.L.F. Fronte Liberazione Animale Italia

 

 

  1. Quant’è vero. Pensiamoci bene e pensiamo al male che facciamo ogni giorno a tante creature indifese.

    Reply
  2. Caspita… leggendo queste righe ci si immedesima nella madre sofferente, tanto da non rimanere più solo spettatori esterni e venendo trafitti da tale sofferenza…

    Reply
  3. Splendido!!! Lo condivido nel mio blog!
    Buona domenica 🙂
    Silvia

    Reply
  4. Bisognerebbe fare dei mega poster da appendere per le città, per far vergonare chi continua a comperare pellicce, e per chi continua a uccidere.
    Mi ha molto commosso, anche se non sono mamma.

    Reply
  5. Sono molto colpita, davvero ci sarà un modo per rendere visibile tutto ciò!
    Il solito consumismo modaiolo in queste ultime stagioni sta proponendo pelo ovunque sembra che ci sia un’inversione di tendenza…. forse non fa più odience difendere gli animali? Bisognerà ricominciare da capo e fare di più!

    Reply

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.












Vai alla barra degli strumenti