Home » Dalla redazione... » Vegan Folie’s: pasticceria a Parigi

Vegan Folie’s: pasticceria a Parigi

CONDIVIDI


Da pochi giorni ha aperto Vegan Folie’s: prima pasticceria vegan a Parigi! E per quanto ne sa la sottoscritta anche in tutta la Francia!

È con grande entusiasmo e trasporto che vi parlo di questa nuova, piccola, dolce, curatissima boutique! Infatti sono delle persone speciali che l’hanno concepita, studiata e realizzata nei minimi particolari: Amandine, sorridente e grande ragazza dai lunghi capelli neri, Laura, scricciolo magrolino dalla volontà di ferro e dalle provate competenze culinarie, Sébastien, vegan inside, rigido solo nella perseveranza e nella ricerca della perfezione.
Conosco Laura e Sébastien da un po’ di tempo, Amandine un po’ meno, sapevo già da qualche mese che stavano preparando “una sorpresa” per tutti i vegan, conoscendo il loro amore per la cucina vegan e per le buone cose era sicuro che sarebbe stata una pasticceria: tutti nell’ambiente lo speravano! Infatti è da anni che con il loro sito VG-Zone.net ci fanno sognare, ci regalano ricette meravigliose e ci parlano di tante cose utili per i vegan. Una pasticceria sarebbe stata il logico sviluppo di tanto preciso e puntuale lavoro di informazione.
È qui che entra in scena Amandine, che fa convergere tutte le idee e le potenzialità in un bel progetto, nero su bianco (tanto nero chic visti i gusti estetici dei nostri amici) l’avventura inizia, lasciandoci tutti col fiato sospeso, fino all’agognata conferma: il giovedì di due settimane fa “Vegan Folie’s” apre le sue porte ai golosi di Parigi!
Tutti ci speravamo: poter vedere una pasticceria vegan aprire prima di Natale era un sogno che si realizzava! Anche perché questi ragazzi di cui vi ho parlato sono molto conosciuti nell’ambiente vegan francese, per la loro competenza, la precisione, l’amore del dettaglio, il rigore, il buon gusto: una garanzia di successo e di riuscita!
Oramai ho perso il conto delle volte che ci sono andata e non sono ancora riuscita ad assaggiare tutto! Vegan Folie’s è specializzata in cupcake dolci e salati e pasticceria anglosassone in genere, quindi anche brownie, coockie, cheesecake…
I cupcake salati hanno diversi sapori: topping al curry e piselli nell’impasto, al sapore di falafel con crema di hummus per il libanese, l’italiano ha una morbidissima e saporitissima crema di pomodori secchi; i cupcake dolci sono ancora più belli, lì la fantasia di Laura nel decorarli si scatena: crema alla lavanda con pezzi di albicocca, altri al cioccolato, decorazioni colorate e paillette… senza dimenticare i cheesecake: ne ho assaggiati tre, vaniglia e frutti di bosco, cioccolato e crema di arachidi, vaniglia e crema di marroni… ovviamente anche qui ci sono i menù che permettono di risparmiare prendendo anche una bibita o a partire da un certo numero di cupcake acquistati, ma il punto forte rimane senz’altro la qualità del prodotto, la sua bontà e la bella presentazione.
Come vi dicevo questi ragazzi non sono abituati a fare le cose alla leggera, allora i compiti sono ben divisi: Sébastien si occupa della parte Internet, del sito e dell’immagine, Laura è in cucina a frullare, riempire pirottini e tasche da pasticciere, Amandine è dietro il banco ad elargire sorrisi e servire dolcetti deliziosi senza essere avara di spiegazioni e cortesia.
Infatti molto c’è da dire su questa attività per niente come le altre: le materie prime utilizzate sono al 100% vegetali e al 99% da coltivazione biologica, solo alcune decorazioni non lo sono infatti, in quanto impossibile trovarle certificate biologiche, ma l’attenzione è sempre al fatto che non derivino da animali, i coloranti sono naturali (il verde dalla clorofilla, il rosso dalla barbabietola, il giallo da curcuma o zafferano…), i contenitori sono in cartone riciclato e non vengono fornite shopper, anzi i clienti vengono incentivati a portarsi la loro borsa per fare gli acquisti, le vernici e i materiali utilizzati per rinnovare i locali sono senza prodotti di origine animale e ecologici, così come anche i detersivi usati per la manutenzione dei locali che sono vegan, le farine vengono acquistate da un mulino che le produce in una regione molto vicina a Parigi e tutto è curato nei minimi particolari, pensato per evitare sprechi ed essere in linea con la scelta di vita che i titolari di questa boutique hanno già fatto molti anni fa.
La boutique è piccolina, semplice ma curata, con le pareti tutte nere e una grandissima tenda verde sul fondo, il logo anche è verde, alle pareti due piccoli quadri-composizioni di vegetali veri, tutto è pensato per essere grazioso ma al tempo stesso semplice e pratico, lineare ma gradevole.

Avrete capito che ne sono entusiasta vero? L’unico neo in questa oasi di perfezione è… che se non ci si affretta ad andare (o a telefonare per fare le prenotazioni) i tanto desiderati dolcetti finiscono subito!!! Quindi se prevedete di passare da Parigi affrettatevi! Non potete perdere queste delizie, che, quasi me ne dimenticavo, sono anche certificate VeganOK!

Vegan Folie’s
(Le follie sono le uniche cose che non si rimpiangono mai – Oscar Wilde)
53 rue Mouffetard
75005 Parigi
www.veganfolies.fr

Integrazione all’articolo del 1° gennaio 2012: ieri sono andata ancora in questa bella pasticceria a comprare dei dolcetti per cena e ho deciso di informarmi meglio su alcuni ingredienti perché spesso l’ignoranza e la cattiva informazione che ci danno i media non ci fanno capire bene certi dettagli. Considerata l’importanza che do all’alimentazione e il fatto che non mi sono mai informata su certi prodotti, e che ne ignoravo l’origine, ho chiesto alla proprietaria l’origine dei coloranti e delle decorazioni. La televisione ci ha talmente mal abituati che quando vediamo qualcosa di bello e molto colorato deve essere per forza chimico, mentre ci fa ingerire inconsapevolmente molte schifezze come additivi e sostanze dannose “nascoste”…

Da Vegan Folie’s hanno un culto per gli ingredienti sani, per gli esseri viventi e per il Pianeta, quindi i decori e i lustrini sono vegan e di origine vegetale, li acquista Laura personalmente durante i suoi viaggi a Londra, ma non sono certificati biologici: non ce ne sono ancora. Neanche la clorofilla usata per fare il verde non è biologica, ma è, evidentemente, di origine vegetale e vegan. Il rosa e il rosso invece sono coloranti biologici, vegan e derivano dai succhi d’uva e di barbabietola.

Ecco svelato l’arcano della bellezza dei colori di queste creazioni culinarie: la determinazione di due vegan competenti che non lasciano niente al caso e alle apparenze, insomma due persone che lavorano seriamente, proprio come piace a noi!

CONDIVIDI


Puoi seguire tutti i commenti di questo articolo via RSS 2.0.

26 Commenti per “Vegan Folie’s: pasticceria a Parigi”

  1. Sara Turrini

    Molto carino. Se si escludono paillette chimiche e coloranti (pochissimi vedo) per me è perfetto. Ci passerò di sicuro la semaine prochaine.

    • maurizio

      non vedo l’ora di tornare a parigi, e fare la prima colazione da vegan folie!!

  2. Nadir

    Mannaggia! potevano inaugurare prima così li assaggiavamo anche noi? 🙂

  3. Anna

    …per caso, fanno vendita on-line?…se fosse farei man bassa…mmm ^_^

    • Barbara Primo
      Barbara Primo

      Ciao Anna, purtroppo ciò non è possibile: i dolcetti sono naturali e gli ingredienti usati non prevedono conservanti e prodotti chimici… quindi sì alla vendita per asporto ma no alle lunghe distanze, anche per la fragilità del prodotto, la crema sopra i cupcake è molto morbida e… cremosa. Ti tocca venire a fare un giro à Paris! 😆 Buona scusa vero? 😉

      • Anna

        …maremma bislacca…allora mi sa che, vista l’aria che tira in Italia, cambio paese e mi metto a piedi scalzi(tanto vado a ruote) tra les rues…vicina alle Folie’s…chissà se hanno necessità di un garzone auto-ruoto-munito…scherzo ^_^

        • Barbara Primo
          Barbara Primo

          Sì sì: ti confermo che si pedala benissimo anche scalzi! 😉
          Però io ho rimesso momentaneamente le scarpe… troppo freddo in questi giorni… 🙁 o poco tenace io: non vedo l’ora di ritoglierle!

          Ottima l’idea della consegna in bicicletta! Glielo farò presente a Laura da parte tua! 😆

  4. Lorenzo Proca
    Lorenzo Proca

    È un vero delirio! sono tre giorni che non ne mangio e già sto pensando a ritornarci 😀 , e per cambiare dal mio preferito (lavanda ed albicocca) c’è sempre il cupcake del giorno da assaggiare!!! O:)

  5. Maryline_Jaas
    Maryline_Jaas

    Da golosa e vegan non potevo mancare a questo bijoux culinario!!! Pensa che mi conservo pure le scatole tanto le trovo carine e che non possono assolutamente finire nella pattumiera!!!

    Love Folie’s

  6. Sauro Martella

    A questo punto, la capatina a Parigi è d’obbligo… 🙂

  7. Alessandro Di Liberto
    Alessandro Di Liberto

    Barbara, mi piacerebbe molto andare a Parigi.
    Bell’articolo, già m’immagino questi buonissimi muffins…
    Però quella della spedizione sarebbe davvero una buon’idea, ma per il resto tutto meraviglioso, una sorta di Vegan_Paradise.
    In quanto ai prezzi invece ?

  8. Loira

    Motivo in più per venirti a trovare di nuovo cara Barbara! Complimenti a questi ragazzi, se li meritano davvero. Spero che abbiano un grande successo e spero che, anche grazie a persone come loro, la gente inizi a capire che si possono fare cose buone e belle anche “senza”!
    A me uno con cioccolato e crema di arachidi! Grazie!

    • Barbara Primo
      Barbara Primo

      Oggi ho prenotato loro due cheesecake interi da regalare per fine anno e due cupcake per la cena del 31 per noi… Pensa che i nostri amici onnivori adorano questi dolci! 😉

  9. Barbara Primo
    Barbara Primo

    Ok, ok, vi tengo aggiornati… così giusto per rassicurarvi che non ci facciamo mancare niente e che anche se lontani dalla nostra madre patria stiamo bene: oggi andrò a ritirare un cheesecake frutti rossi e vaniglia da regalare, domani andrò a prendere quello “special edition”, eh sì, per il 25 e per il 31 la bravissima Laura ha fatto due cheesecake specialissimi!!! Quello del 25 era alla crema di marroni, quello di domani… non posso dirvelo… ve lo dico domani! 😉

  10. Ambrosia

    Ooooh che splendida notizia!!!! 😀 spero di poter venire presto a Parigi per gustarmi questi dolcetti favolosi! Bravi ragazzi!!! 😀

  11. Eugenia

    Wow!!! è un pezzo che volevo tornare a Parigi… ora ho un motivo in più!!!
    Stupende! Vorrei tanto saper fare anche io queste meraviglie!

  12. pina

    Se andate a Parigi……….Vengo anch’io!!!!!!!!!!!!

  13. pina

    Ma perchè in Italia nessuno osa? Forza pasticceri vegani italiani!!!!!!!!!

  14. Barbara Primo
    Barbara Primo

    Certo: se venite a Parigi questa boutique è imperdibile! Un po’ come la Tour Eiffel! 😉 Vegan Folie’s è un po’ la logica conclusione di tanti anni dedicati alla pasticceria, Laura è una vera appassionata e il team con Amandine è perfetto! 🙂

  15. peperita

    Senti appena arrivo a Parigi vado in albergo, poso le valige e corro a farmi una megalussuriosa strà porzione di dolci, poi ne compro per la sopravvivenza di almeno 4 giorni così la mattina a colazione avrò anch’io la mia TORTA!!!!! Quale mi consigli????

  16. MARY

    salve, potrei sapere a livello di dolcificanti usate lo zucchero raffinato o integrale..o altre alternative? grazie

    • Barbara Primo
      Barbara Primo

      Mary, la pasticceria non è nostra, quindi la domanda sarebbe da rivolgere alla titolare… So che Laura non usa zucchero raffinato, ma solo prodotti biologici, quindi zucchero di canna chiaro o scuro, a seconda delle preparazioni, ma Laura non lavora più in questo negozio da più di un anno e infatti anche la qualità dei prodotti è calata molto, non solo l’estetica.

Lascia un commento

VeganOK TG News














Veganok.com


VEGANOK S.R.L.
P.IVA 13693571005
tel. +39 063291366
fax +39 0692912710

Info

chi siamo
contattaci
privacy e cookie policy
feed RSS feed rss

VeganOK Network

promiseland.it
veganblog.it
veganok.com
biodizionario.it

 

veganwiz.com
veganwiz.es
veganwiz.fr