Home » Dalla redazione... » Galline: i Lager tra noi

Galline: i Lager tra noi

CONDIVIDI


Carine queste galline vero?

Sono delle normalissime galline che camminano in un prato. Sono l’immagine che ha la maggior parte delle persone delle galline… Provate a chiedere a chi vi sta intorno cosa viene loro in mente quando pensano alle galline, probabilmente l’immagine più ricorrente, se vivete in società e non in eremitaggio, sarà qualcosa di simile a questo:
Di sicuro nessuno penserà ad una “prelibatezza” di questo genere:
(Eppure c’è chi apprezza anche questo!)
Ma a nessuno, salvo a noi vegan, verrà in mente la verità, quello che c’è dietro alla “produzione” di queste “prelibatezze”.

I ragazzi di Nemesi Animale sono andati a filmare dei lager, pardon, degli allevamenti di galline a norma di Legge, e ne hanno fatto un ottimo video da diffondere senza moderazione:

Completa il video un bel testo esplicativo, limpido, esplicito a tutto beneficio degli onnivori che avranno voglia (coraggio?) di guardarlo. Eh sì perché i ragazzi di Nemesi animale hanno fatto il lavoro più duro: entrare nei lager, fare le riprese, sopportare tutto quello scempio dal vivo, ma anche convincere gli onnivori a guardare questi video non è un gioco!

“Per ogni prodotto che contiene uova c’è un inferno di prigionia per milioni di animali rinchiusi in luoghi come questo.”

Dal sito di Nemesi Animale:

“…La famiglia Bruzzese da quarant’anni alleva galline per la produzione di uova. Nel suo allevamento di Olgiate Olona (VA) sono attualmente prigioniere 200.000 galline.
Bruzzese ha in progetto la costruzione di un ulteriore stabilimento nel quale saranno rinchiuse altre 328.000 galline…
…Per mostrare a tutti che orrore si nasconderà dentro i capannoni che la famiglia Bruzzese vuole costruire a Busto Garolfo, e far conoscere cosa si cela dietro all’industria delle uova, alcuni attivisti di Nemesi Animale hanno deciso di documentare le condizioni delle 200.000 galline prigioniere dei capannoni già attivi di questa azienda…

www.nemesianimale.net

(Prima doto di river seal su Flickr)
(Seconda foto di HarlanH su Flickr)
(Terza foto di dfinnecy su Flickr)

CONDIVIDI


Puoi seguire tutti i commenti di questo articolo via RSS 2.0.

16 Commenti per “Galline: i Lager tra noi”

  1. rossella

    Il video è crudo, sembra un film dell’orrore… terribile, ma è giusto che sia stato pubblicato. Non si può prendere coscienza senza informazione, anche se ti si stringe il cuore…

  2. Sauro Martella

    Speriamo lo vedano in tanti
    🙁

  3. cristoforo

    non c’e’ niente di piu’ crudele al mondo di un essere umano.Per fortuna(sic!) stiamo portando il mondo alla catastrofe totale!

  4. der Himmel

    Avete ragione, è una vera crudeltà! ma, non è ancora più crudele sapere che queste cose vengano tollerate? (ebbene si, qualcuno lo sa e le tollera). Oppure che le informazioni sugli allevamenti di animali non vengano date, ma al contrario vengano nascoste? L’uomo non è cattivo, quello che è successo e che ha portato a questi frutti è l’estremizzazione dell’ avarizia e del pensiero materialistico di pochi.
    Le catasatrofi naturali le stiamo causando noi, come dire, la terra ha la febbre, e noi siamo il virus. Non appena il virus verrà eliminato la febbre passerà, e staremo di nuovo benone. Senza dover rinunciare a una vita senza galline.
    Pensare positivo è buono, agire positivo è ancora meglio!

  5. Laura

    …è sparito il video?

  6. giuseppe scano

    infatti è per questo che compro le uova di galline allevate a terra o quando mi capita da qualcuno\a che ha un pollaio . almeno s’evitano o si riducono sofferenze simili

  7. Antonio Sutera Sardo

    Galline allevate a terra ??? Sai di cosa parli ? Allora DOCUMENTATI E VEDRAI UN ALTRO FILM HORROR !!!!

  8. giuseppe scano

    ok .

  9. giuseppe scano

    fra i duen tipi preferisco quello allevate a terra o all’aperto http://www.lav.it/index.php?id=384., http://www.gallinelibere.lav.it/

  10. Linda

    Scusate se mi intrometto, ieri ho visto il video: non mi aspettavo che le cose stessero così, prima non lo sospettavo nemmeno finchè ultimamente da un programma televisivo ho appreso di galline sempre chiuse in gabbia, in uno spazio grande quanto un foglio A4, spesso prive di piume (così raccontavano), e piene di antibiotici, la cosa strana era che non appariva come una denuncia chiara ma spettava allo spettatore intuire la gravità della cosa, e intanto mi è capitato di trovare una persona (la cercavo da un po’) che ha delle galline allevate nell’aia di casa, nutrite anche con avanzi di cibo, lo ritengo sinceramente più umano, soprattutto dopo aver visto il video, e più genuino, così mi fornisco da lei. Se posso le do anche gli scarti di verdure della mia cucina, qui non abbiamo la raccolta dell’umido. Spiegatemi perché anche questo è un film dell’orrore, grazie. Ciao a tutti, un saluto a Barbara, sei simpaticissima. Linda.

Lascia un commento

VeganOK TG News














Veganok.com


VEGANOK S.R.L. - Società Benefit
P.IVA 13693571005
tel. +39 063291366
fax +39 0692912710

Info

chi siamo
contattaci
privacy e cookie policy
feed RSS feed rss

VeganOK Network

promiseland.it
veganblog.it
veganok.com
biodizionario.it

 

veganwiz.com
veganwiz.es
veganwiz.fr