Home » Dalla redazione... » Cappuccetto Rosso

Cappuccetto Rosso

Cappuccetto Rosso è una delle fiabe europee più popolari al mondo, di cui esistono numerose varianti.

Nella versione dei fratelli Grimm, Cappuccetto Rosso è una bambina che deve portare un cestino di vivande alla nonna malata, ma che nel bosco incontra un lupo che la inganna facendosi rivelare dove abita la nonna. Precedendo Cappuccetto Rosso, il lupo si reca dalla nonna e la divora. All’arrivo di Cappuccetto Rosso, il lupo si fa trovare a letto, travestendosi e spacciandosi per la nonna, e con questo inganno riesce a divorare anche la bambina. L’arrivo di un cacciatore risolve la situazione; l’uomo uccide il lupo, gli taglia il ventre, fa uscire Cappuccetto Rosso e la nonna illese e riempie la pancia del lupo di sassi (il tema delle vittime estratte sane e salve dalla pancia del lupo e dei cacciatori-eroi si trova quasi identico nella fiaba russa “Pierino e il lupo”).

Tra le fiabe classiche, Cappuccetto Rosso è una di quelle che si prestano maggiormente ad un’analisi del sottotesto, ovvero dei messaggi impliciti o nascosti ma, pur considerando il fatto che si tratta di un racconto di fantasia, quello che più salta all’occhio è la considerazione riservata al lupo, quale animale pericoloso, ingannatore e cattivo (come conseguenza di questa fiaba ci sono ancor’oggi bambini che dicono “ho paura del lupo” perchè le mamme li ricattano dicendo loro di non fare questo o quello altrimenti viene il lupo) e l’evidente antropocentrismo che vede l’uomo vittorioso per mezzo dell’eroe-cacciatore.

I lupi sono una specie protetta e sono soprattutto animali estremamente elusivi, che non rappresentano alcun pericolo perché sono i primi a non cercare il contatto con l’uomo e ad allontanarsi quando si accorgono di essere osservati anche da lontano.

Pur essendo generalmente considerata adatta ad essere raccontata ai bambini, questa fiaba, che contiene chiari riferimenti antianimalisti e l’esaltazione di argomenti come la violenza sugli animali e la caccia, è perciò una fiaba profondamente ed altamente diseducativa.

 

http://it.wikipedia.org/wiki/Cappuccetto_Rosso
http://www.larena.it/stories/Home/447824_slavc_e_giulietta_a_passeggio/

Puoi seguire tutti i commenti di questo articolo via RSS 2.0.

6 Commenti per “Cappuccetto Rosso”

  1. Sauro Martella
    Sauro Martella

    Ciao Lisa, hai ragione, vcerte fiabe sono costruite proprio su basi sbagliate, bisogna però ricordare il contesto storico nel quale nascono e dove il rapporto con gli animali e con la paura era molto più “istintivo” e lontano da quella che adesso potremmo definire “civiltà”…
    Comunque sia, evviva i lupi!!!
    :-)

  2. Wladimiro

    L’avvocato degli Animalisti Italiani, Michele Pezone, ha riscritto la favola di Cappuccetto Rosso in chiave animalisti, dove il lupo è buono.
    Il titolo è “La vera storia di cappuccetto Rosso e lupo Pupo”.

  3. Streghita

    mi hanno detto che esiste una versione della fiaba dove il lupo non divora ne’ la nonna ne’ cappuccetto e non viene ucciso ma cacciato….

  4. Erica

    Qui trovate il mio remake in versione animalista di Cappuccetto Rosso (per intero) e altre fiabe (in corso di elaborazione). Da notare: alcune fiabe non verteranno solo sui temi di ambientalismo ed animalismo (che comunque saranno ricorrenti) ma anche sul rispetto per omosessuali, extracomunitari, sull’emancipazione delle donne, ecc.):
    https://nientefavole.wordpress.com/category/cappuccetto-rosso/

    Se volete contribuire a questo progetto fatemi sapere!

    Erica

  5. paola

    Non concordo sull’interpretazione della fiaba…..Ogni storia (favola) ha un suo messaggio METAFORICO che a mio parere deve essere rispettato .Non è una fiaba per bambini piccoli,come Bamby,Il Re Leone….L’errore è quello di narrarla e per di più farla vedere ad una età nella quale non può esserci ancora la capacità di distinzione tra realtà e fantasia,immettendo Paure non vissute…..Questo a mio parere vale per qualsiasi tipo di racconto che non può essere ritrascritto ogni volta in una chiave animalista…Il bambino ha bisogno d’imparare a pensare con la propria testa,con le proprie emozioni,aiutato quindi a fare DIFFERENZA.Concordo e mi associo alla bella idea di inventare nuove fiabe sulle tematiche importanti della vita d’oggi!

  6. Erica

    Ciao Annalisa, ti è arrivato il mio indirizzo e-mail?

Lascia un commento

Ultimi commenti














Promiseland.it


© NRG30 S.r.l.
P.IVA 06741431008
tel. +39 0636491957
fax +39 0636491958

Info

chi siamo
contattaci
feed RSS feed rss

Show Biz Network

ziogiorgio.it
zioforum.it
ziomusic.it
integrationmag.it

 

ziogiorgio.com
ziogiorgio.de
ziogiorgio.es
ziogiorgio.fr

 

lightsoundjournal.com
musicusata.it

VeganOK Network

promiseland.it
veganfest.it
veganok.com
veganok.tv
biodizionario.it

 

veganblog.it
veganwiz.fr
veganwiz.es
veganwiz.com