Ricette per un Natale senza crudeltà


Natale è alle porte! Domani e dopodomani milioni di italiani si ritroveranno in famiglia a festeggiare e a mangiare, mangiare e mangiare… =)
Desideriamo porgervi i nostri migliori auguri per delle belle giornate da passare in compagnia a condividere sorrisi, emozioni, ricordi, profumi e sapori nel rispetto di tutti, umani e non. Uniamo questo nostro augurio a dei consigli che possono tornar utili a più di qualcuno in questi giorni.
Per chi ci sta leggendo e si trova in difficoltà perché non ha ancora deciso cosa cucinare senza portare a tavola la sofferenza di nessuno, Renata Balducci, presidente dell’Associazione Vegani Italiani Onlus, propone due ricette gustose e adatte all’occasione: dei crostini di Roveja adatti sia come antipasto che secondo e dei ravioli ai carciofi ripieni di mandorle.

CROSTINI DI ROVEJA
Ingredienti per 4 persone
4 fette di pane nostrano
Roveja gr 320
1 gambo di sedano
1 cipolla rossa di Tropea
Pomodori pelati gr 350
Peperoncino q.b.
¼ bicchiere di vino rosso
Olio extra vergine di oliva q.b.
Sale q.b.
Preparazione
1. Mettere a bagno la Roveja per 12 ore, quindi lessarla per 45 minuti, verificare la cottura e prolungarla se necessario sin quando la roveja non sarà al dente, evitando che si spappoli. (Spesso si trova indicata una cottura di 2 ore per 12 ore di ammollo ma, da esperienza, il tempo per la cottura perfetta risulta esser molto inferiore se viene invece lasciata in ammollo per 24 ore).
2. Preparare un soffritto di cipolla e sedano, aggiungere pomodori pelati ,peperoncino e vino rosso far soffriggere qualche secondo ed aggiungere la roveja lessata e terminare così la cottura, facendo restringere il sugo.
3. Eliminare alle fette di pane la crosta, tagliare ogni fetta in tre parti e tostare le fette ottenute all’interno di una doppia piastra elettrica, così che si tosti bene anche il contorno delle fette ottenute.
4. Cospargere le fette con la Roveja, condire con Olio a filo e servire tre fette a commensale.

Qui invece la ricetta dei RAVIOLI AI CARCIOFI 
Ingredienti per 4 persone
-Per l’impasto dei ravioli:
Acqua
farina integrale biologica gr 100
farina bianca biologica gr 100
-Per il ripieno e decorazione:
8 carciofi
1 scalogno
Brodo vegetale
Granella di mandorle gr 100
2 limoni
Olio extra vergine di oliva q.b.
Pepe p.b.
Pan grattato q.b.
Farina q.b.
Pepe q.b.
Saleq.b.
Preparazione:
1. Mettere a bagno in acqua tiepida con del sale la granella di mandorle.
2. Mondare i carciofi, avendo cura affettarli preferibilmente con un coltello in ceramica e conservarli man mano in acqua e limone ed affettare lo scalogno.
3. In una casseruola con olio ,far insaporire scalogno e carciofi , aggiungere brodo vegetale e cuocer sin quando i carciofi saranno teneri.
4. A cottura ultimata lasciare da parte qualche fettina di carciofo, che servirà per la decorazione, da impanare con poca farina, un pizzico di sale e del pan grattato e passare in forno a dorare.
5. La restante quantità dividerla in 1/3 per il condimento e 2/3 per il ripieno
6. Trasferire il terzo dei carciofi in un contenitore stretto ed alto, omogeneizzare con il frullatore ad immersione sino ad ottenere un composto vellutato che servirà per il letto dei ravioli.
7. Con i restanti 2/3 ottenere un composto per il ripieno di carciofi saltati tritandoli con la mezzaluna ed unendo la granella di mandorla scolata.
8. Preparare un impasto di acqua e farina integrale e farina bianca, aggiungendo acqua alla farina sino a quando si otterrà una consistenza asciutta ed elastica. Stendere la pasta fino ad ottenere due grandi rettangoli uguali. Posizionare su uno dei due rettangoli delle palline di ripieno  equidistanti e ricoprire con il secondo rettangolo di sfoglia. Con le dita schiacciare BENE tutto intorno alla pallina fino a sigillare bene i bordi. Tagliare con lo stampino della forma desiderata . Lessare i ravioli in abbondante acqua.
9. Appena i ravioli verranno a galla, scolare ed impiattare sul letto di crema di carciofi.
10. Decorare con le fettine passate al forno una macinata di pepe fresco ed un filo d’olio a crudo.
www.assovegan.it

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.












Vai alla barra degli strumenti