Grande Barriera Corallina: sbiancamento inarrestabile

Più del 90% della Grande Barriera Corallina australiana è stata ufficialmente dichiarata morta.

Lo sbiancamento dei coralli è dovuto all’aumento delle temperature degli oceani. Questo fenomeno si verifica quando le alghe che vivono in simbiosi con i coralli – responsabili anche dei loro colori sgargianti – li abbandonano in massa, portandoli a morire di fame.
“Sappiamo tutti che sono gli oceani a sostenere questo pianeta”, ha affermato Inger Andersen, direttrice generale della IUCN, “eppure continuiamo a farli ammalare”.
L’habitat è ormai molto compromesso. Gli animali che lo abitavano sono diminuiti. “In base ai modelli di previsione più recenti, entro il 2050 il riscaldamento degli oceani avrà causato lo sbiancamento (bleaching) di quasi tutte le barriere coralline del pianeta.” E’ il secondo anno consecutivo che si verifica lo sbiancamento di massa della Grande Barriera Corallina, ma si tratta della prima volta in cui non trascorrono alcuni anni tra un evento dovuto a El Niño, fenomeno periodico di riscaldamento del Pacifico, e l’altro per consentirne il recupero. Dopo un’ondata di calore tale, infatti, occorrono almeno cinque anni affinché la barriera si riprenda.
“Quello del 2016 è stato il terzo maggior episodio che ha colpito la Grande Barriera Corallina australiana dopo le più recenti ondate di calore del 1998 e del 2002. Ora ci stiamo attrezzando per studiare la potenziale numero ‘4’”, afferma Terry Hughes, professore a capo dell’Arc Centre of Excellence for Coral Reef Studies.
L’unica cosa che potrebbe in qualche modo salvare le barriere coralline di tutto il pianeta sarebbe un tempestivo cambio di rotta nel sistema sul quale si basa l’economia mondiale. Le concentrazioni spropositate di gas serra rilasciate dalle industrie, compresa quella animale, sono le responsabili di questa distruzione.
 
Fonte: National Geographic
 

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Vai alla barra degli strumenti