Movimento Animalista: la nascita presentata da VEGANOK

Ieri Francesca Ricci, giornalista e direttrice di VEGANOK TG News ha moderato la conferenza tenuta a Milano per la nascita del Movimento Animalista di cui è Presidentessa Michela Vittoria Brambilla, si stratta del primo Movimento per i diritti animali della storia repubblicana, nato grazie a Silvio Berlusconi, socio fondatore.

La dichiarazione di intenti dell’On. Brambilla è corposa: “In Italia ci sono 60 milioni di animali e 60 milioni di persone, la politica è stata miope rispetto a questa realtà. Il governo Renzi ha sciolto la Guardia Forestale, la Polizia Provinciale e ha approvato una riforma che ha regalato l’impunità nei confronti dei reati verso gli animali, aveva promosso la caccia selettiva al lupo, animale protetto, per non parlare dei regali ai cacciatori, le deroghe e i richiami vivi. Noi vogliamo essere le Istituzioni, siamo un movimento dal basso in difesa degli animali e non vogliamo più delegare.

E continua: “Non abbiamo fatto meri calcoli elettorali, ma ci occupiamo di quello che vuole la gente. Noi scendiamo in campo per fare quello che la politica non ha fatto finora. Il movimento animalista è un movimento indipendente ed autonomo al di fuori dei partiti politici tradizionali e mette insieme varie realtà persino di area politica differente, dal Centrodestra ai Verdi“.

“In merito alle alleanze, abbiamo un programma che al primo posto vede i diritti degli animali e dell’ambiente e saremo con quelli che vorranno condividere il nostro progetto” ha concluso.

Come VEGANOK Network, la cui mission è la difesa del diritto alla vita di tutti, abbiamo voluto prendere parte a questa nuova realtà, per la difesa dei diritti animali, perché ci auguriamo che ogni piccolo passo fatto oggi, porti grandi cambiamenti domani.

Renata Balducci, Presidente di Associazione Vegani Italiani Onlus ricorda l’amicizia d’intenti con Michela che è stata presente al VeganFest LIVE l’anno scorso e dichiara: “Ogni azione che punta i proiettori sulla questione animale, chiunque la proponga, se pacifica, va condivisa e sostenuta da tutti coloro che ogni giorno si adoperano per la liberazione animale. Perché la verità è che ogni parola detta a favore di chi non ha voce può rompere muri di silenzio in cuori sordi. Per questo sono fiduciosa che tutti guardino oltre le bandiere e fissino dritto l’obiettivo: DIFENDERE GLI ANIMALI! Dobbiamo essere tutti uniti per lo scopo. Nella comprensione reciproca che servono infinite modalità d’intervento per la divulgazione e sensibilizzazione del tema in questione, perché la realtà in cui viviamo prevede una moltitudine di ambienti, settori e spazi d’azione su cui servono diversi linguaggi per ottenere un risultato globale”.

L’evento ha visto sul palco tantissime associazioni animaliste tra cui OIPA, LAV, Animalisti Italiani, LEAL e tantissime altre. Nell’ottica di unire le forze la redazione di Promiseland si unisce alla volontà di tutti coloro che nel quotidiano compiono azioni o pronunciano parole per “urlare” che la vita è un diritto di tutti, umani e animali.
Foto gallery
Fonte: www.promiseland.it

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Vai alla barra degli strumenti