Home » Diritti Animali » Trentino è caccia all’orso che ha aggredito un uomo: è già condanna?

Trentino è caccia all’orso che ha aggredito un uomo: è già condanna?

CONDIVIDI


Nella serata di sabato 22 luglio nella località Predera a Terlara un escursionista settantenne è stato aggredito in modo non grave da un orso mentre era in passeggiata; è stato lui stesso a chiamare i soccorsi e se l’è cavata con qualche medicazione. Non sono ancora chiare le dinamiche dell’aggressione ma già pende una condanna sull’orso.

ORSO FOTO 2

Il rapporto degli abitanti del Trentino con i plantigradi non è mai stato particolarmente disteso; nel corso degli anni si è arricchito l’elenco degli orsi che a causa di invasioni e aggressioni sono diventate automaticamente a loro volta vittime di catture, trasferimenti in luoghi inadatti o di uccisioni “involontarie”, come nel caso di Daniza morta per eccesso di sedazione. Non dimentichiamo che i suoi cuccioli rimasti orfani sono stati lasciati al rigore dell’inverno a temperature per loro troppo basse. È così che Daniza, che con il suo istinto materno si era fatta amare da animalisti, gente comune e giornalisti che ne seguivano la vicenda con apprensione, è diventata dopo Jurka il simbolo del martirio degli orsi.

ORSO CUCCIOLI 01

In queste ore si susseguono frenetiche le riunioni in Provincia e il Presidente Ugo Rossi ha già deciso la cattura del soggetto che ha aggredito l’anziano. Gli animalisti si chiedono come sia possibile che si dichiari guerra aperta agli orsi ritenendoli pericolosi mentre ovunque, Trentino compreso, si sottovalutano le vittime della caccia che anche tra gli umani contano ogni anno decine e decine di feriti e molti morti.

Se la cronaca e il casus belli mettono le ali alle riunioni delle Istituzioni locali, quello che le associazioni animaliste chiedono è una decisione ponderata che scongiuri il rischio di un giustizialismo volto al consenso della cittadinanza più che alla sua tutela. Con il progetto europeo Life Ursus a tutela dell’orso bruno, fu decisa una operazione di ripopolamento ed ora è dell’uomo la responsabilità morale di gestire questo delicato equilibrio con giustizia, competenza, saggezza e rispetto profondo per la vita degli orsi come di ogni vivente.

Fonte: www.promiseland.it

CONDIVIDI


Puoi seguire tutti i commenti di questo articolo via RSS 2.0.

Lascia un commento

VeganOK TG News














Veganok.com


VEGANOK S.R.L. - Società Benefit
P.IVA 13693571005
tel. +39 063291366
fax +39 0692912710

Info

chi siamo
contattaci
privacy e cookie policy
feed RSS feed rss

VeganOK Network

promiseland.it
veganblog.it
veganok.com
biodizionario.it

 

veganwiz.com
veganwiz.es
veganwiz.fr