Giustizia per Pippo!

Vi raccontiamo la storia di Pippo, cagnolino barbaramente ucciso. NO alla violenza sugli animali, SÌ all’inasprimento delle pene per reati di questo tipo!

Pippo era un cane di quartiere della “zona 167” di Grottaglie, (Taranto). Ha trascorso 14 anni della sua vita nella cittadina di Grottaglie, vaccinato e con microchip, amato ed accudito da molti volontari della zona. Era un cane molto docile, dolce, affettuoso, non ha mai dato fastidio a nessuno.
Pippo il 27 giugno 2017 intorno alle ore 2:00 di notte, è stato barbaramente trucidato ad opera di ignoti. Investito volutamente con un auto, successivamente è stato trascinato, sbattuto contro un muro, preso a bastonate in particolar modo sulla testa e sugli arti. Il cane è deceduto in una clinica veterinaria a Taranto.
Il 21 luglio i cittadini di Grottaglie hanno organizzato una manifestazione organizzata dall’ANPA di Grottaglie, con la partecipazione di Fronte Animalista, per protestare, per dire di NO alla violenza sugli animali, in modo tale che la morte di Pippo non resti impunita.
Il grande poeta romano Ovidio affermava che “La crudeltà verso gli animali è tirocinio della crudeltà contro gli uomini”.
Spesso chi è violento con gli animali è probabile che in futuro reiteri questi gesti violenti anche con le persone; è necessario che questi comportamenti vadano considerati preciso indicatore di una situazione di disagio emotivo, affettivo e relazionale. Disturbo antisociale di personalità, sopraffazione nei confronti di individui e specie considerati deboli (animali, ma anche bambini, donne, anziani, omosessuali, soggetti marginalizzati, immigrati) da parte di altri che si sentono gerarchicamente superiori.
Sarebbe quindi un errore considerare la violenza verso gli animali come un fenomeno isolato e da sottovalutare. Essa è piuttosto un aspetto di un fenomeno più ampio che impone a ogni società civile un risanamento.
L’animale infatti, è un essere vivente, capace come noi di amare, comunicare, provare dolore e piacere, soffrire; dunque chi maltratta un animale deve necessariamente essere punito. Le violenze sugli animali sono sempre all’ordine del giorno ed è tempo di dare un segnale forte di tolleranza zero per chi si macchia di questi reati.
Siamo fiduciosi e auspichiamo una giusta e severa condanna per gli assassini di Pippo, Insieme possiamo fare la differenza.
Tiziana Annicchiarico
Membro del comitato etico e ambasciatrice della regione Puglia dell’Associazione Vegani Italiani Onlus

  1. Perchè il silenzio non paga. Giorno 27 agosto scenderemo ancora in piazza x dire NO alla violenza sugli animali e x onorare la memoria di Pippo! Invitiamo tutti a partecipare al nostro grido di dolore perchè tutta questa crudeltà non dovrà passare inosservata! Vi aspettiamo numerosi!

    Reply
    • grazie per il tuo contributo Maina, il 27 agosto ci sarò anch’io, è necessario che il colpevole paghi duramente la sua colpa…Tiziana Annicchiarico

      Reply
  2. La marcia per Pippo è stata anticipata a domenica 20 agosto..vi prego: partecipate, venite ad unirvi al grido di dolore per invocare giustizia! Giustizia per Pippo, angelo innocente, la cui unica colpa era quella di vivere per strada, estate ed inverno 🙁 accorrere numerosi, perché finalmente i Grottagliesi possano svegliarsi ed imparare a guardare al di là del proprio orticello, del proprio ristretto clan

    Reply
    • Dani grazie per il tuo commento, ho partecipato anche io alla manifestazione del 20 agosto, non ci fermeremo mai, la morte di Pippo non deve assolutamente rimanere impunita….Tiziana

      Reply

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.












Vai alla barra degli strumenti