Un menù di Pasqua firmato VeganBlog

Pasqua è alle porte e non sai cosa cucinare di gustoso, intrigante e ovviamente cruelty free?

Abbiamo un piano: Francesco Basco, coordinatore VeganBlog e coordinatore operativo della VEGANOK Academy, ha selezionato due menu ad hoc per i palati più esigenti.

Si avvicina la Pasqua, e, sia che si celebri la Vita e la sua rinascita, che sia invece un’occasione per passare del tempo in famiglia, è iniziata la ricerca del “menu perfetto“, che possa coniugare tradizione e novità, che possa soddisfare i palati più esigenti, e ovviamente vegan!

Menu di Pasqua

In questo menu potrete trovare il profumo del mare, la vitalità delle verdure di stagione, i sapori della tradizione…senza essere complici di sfruttamento e morte, ma celebrando la Vita nella sua rinascita primaverile nel rispetto di tutte le creature.

Antipasti

Cominciamo dagli antipasti: se ormai nella buona parte delle tavole italiane finalmente l’agnello sta sparendo dalle tavole degli italiani (i dati Istat danno fortunatamente una riduzione del 10% delle vendite rispetto all’anno scorso, ma la strada da fare è ancora tanta), sono ancora molti che credono che i piatti di pesce siano ricercati, quando invece sappiamo che sono poco salubri e soprattutto crudeli. Quest’anno possiamo optare per un Pesce Finto, che, scenografico come un centrotavola ammalia gli occhi con i suoi colori e con un sapore stuzzicante e primaverile! Questa ricetta, a base di ceci lessati, patate, e maionese vegan con il tocco saporito delle alghe e dei capperi sarà la favorita di grandi e piccini; sicuramente da replicare con i piccoli di casa, che si divertiranno a decorarlo, per un pranzo in famiglia.

Sempre per cominciare, ecco i Conchiglioni con pesto di cavolo nero e pomodori secchi di tipo Ciliegino di Agriblea, con un trionfo di sapore mediterraneo che conquisterà tutti. Dorati in forno, questi conchiglioni saporiti si prestano sia come primo che come inusuale finger food da servire uno a uno. Il pesto, a base di cavolo nero, pomodori secchi ciliegini di Agriblea, aglio e anacardi, con il suo gusto deciso, può essere utilizzato anche in molte altre preparazioni al posto di quello classico…ovviamente vegan.

 

Se siete del “partito” delle torte salate, ma vi piace sperimentare, questa ricetta, tanto semplice quanto colorata vi stupirà. Per la Torta Salata Arcobaleno avrete bisogno di realizzare la sfoglia, una besciamella vegana e creare un disegno concentrico con le fette delle verdure a vostro piacimento, oppure le più colorate, come pomodoro, peperone giallo e cavolo cappuccio. Con pochi ingredienti ma d’impatto.

E se davvero vogliamo strafare…ecco un piatto scenografico e coloratissimo dove figurano quattro Antipasti di Pasqua: della pasta samblè alle mandorle salata farcita con crema di anacardi alle erbe e crema di piselli, dei ceci stufati ai semi di finocchio con crema di topinambur (che possiamo servire, come suggerito, facendo una bella opera di riciclo o meglio upcycle, in un barattolo oppure in una ciotola a parte), e una salsa di barbabietola rossa. Per questo piatto composto, da cui eventualmente potete attingere anche solo per alcune delle ricette, armatevi di sac à poche e tanta creatività.

I primi

Non c’è festa in Italia senza pasta fresca, e noi vi proponiamo una ricetta semplice ma di effetto assicurato. Questi Panzerotti Pasquali, realizzati con una sfoglia vegetale a base di farina di grano duro con un ripieno a base di bietoline ripassate con odori, tofu e wurstel vegan, sono l’incontro perfetto tra la tradizione e etica vegan. 

Per un primo primaverile, cosa meglio di una minestra saporita e piena di colore! La Minestra alle tre verdure, a base di zucca, cavolo kale e funghi, porterà senza dubbio una sferzata di energia e di buonumore sulla vostra tavola.  Se invece i convitati sono ferventi amanti dei Cappelletti in brodo? Perchè rinunciare, abbiamo una versione vegan che non li farà rimpiangere nulla. Con una sfoglia a base di semolato e farina di lupini e un ripieno di tofu e pangrattato, con un pò di manualità e tempo, potete portare a tavola una versione vegan da far invidia a quelli, non vegani, della nonna.

I secondi

Ed eccoci arrivati ai secondi: possiamo partire da un classico pasquale, ovvero la Torta Pasqualina. Must delle feste pasquali, e immancabile sulle tavole di chi abita nel centro nord d’Italia, in questa versione ai carciofi avrà un gusto più delicato ed avvolgente rispetto a quella con le bietole, e ovviamente vegan. Per i bambini e per tutti i golosi, queste Polpettine a base di zucca, funghi e polenta sono una prelibatezza a cui non si può resistere! Da servirsi con una salsa a base di verdure o una stuzzicante maionese vegan.

Per accontentare i familiari che non possono fare a meno dell’arrosto abbiamo una ricetta per voi 100% vegetale: un Arrosto ripieno, da realizzare con seitan e funghi porcini. E per chi è affezionato all'”uovo”, non tanto come simbolo ma come alimento animale (derivato però da sfruttamento)? Possiamo fare contenti tutti con le Uova veg (o UoVeg) con spinaci, da realizzare con ingredienti semplici come la zucca, da cui ricavare con lo scavino delle sferette, e besciamella vegan. A prova di onnivoro!

I dolci

Per finire in bellezza, o meglio, in dolcezza, possiamo prendere l’iniziativa e preparare la Colomba Vegan con lievito madre e malto di mais. Una preparazione accurata profumata di arance, cannella e nocciole, pubblicata nel 2008 e sempre valida, come i migliori capolavori di cucina. Per chi invece ha radici partenopee, o semplicemente non sa resistere al fascino cremoso della Pastiera Napoletana, ecco una ricetta “verace“, per soddisfare il palato più esigente in campo di “sfizi” e dolcezze. Per questa preparazione, che vi raccomandiamo di fare riposare rigorosamente almeno 24h prima di servirla (ci vorrà molta pazienza per contenersi e aspettare, lo sappiamo), verrà usato tofu vellutato, grano cotto e acqua di fiori d’arancio, come nella migliore tradizione.

E se…manca il tempo?

Se siete sempre incastrati tra lavoro e impegni e vi manca il tempo per preparare un dolce d’effetto come quelli sopraelencati, niente paura! Dolce Pasqua di Nattura, con una pasta profumata con uvetta e senza canditi, o nella sua golosa versione al cioccolato o arricchita di farina di grani antichi, è la scelta ideale per chi vuole fare un figurone senza “gli onori ed òneri” della pasticceria vegana, ma anche senza alcun compromesso di bontà e sapore. Dolce Pasqua di Nattura è un prodotto certificato VEGANOK in tutte e tre le sue dolcissime versioni.

E a Pasquetta?

A Pasquetta, ça va sans dire, è d’obbligo la scampagnata e il picnic con amici e parenti. Per realizzare un magnifico picnic vegano ecco delle ricette giuste per l’occasione.

Come immaginare un picnic senza Casatiello? Questa torta salata farcita di salumi e formaggi originaria della Campania, famosa ben oltre il territorio campano, è facilmente preparabile con ingredienti 100% vegetali, senza nessuno “sconto” sul gusto. Il Casatiello Vegano ai salumi è realizzato con salumi vegani Vegan Delicious ed è un trionfo di sapori alla napoletana doc. Per chi invece preferisce i sapori delle verdure e vuole giocare sul tema, ecco il Casatiello alle verdure, con melanzane, carote, peperoni, zucchine, frutta secca e…chi più ne ha, ne metta, per una fetta ricca e saporita ad ogni morso. Per chi ha nostalgia della Crescia marchigiana, preparazione simile al Casatiello, ma al formaggio, ecco una ricetta vegan che utilizzando alcuni dei più famosi formaggi vegan (date uno sguardo qui all’assortimento targato VEGANOK) in circolazione, riproduce alla perfezione la ricetta originale, anzi…meglio!

E se si tratta di una grigliata? Prendiamo in mano la situazione e portiamo in tavola, invece che prodotti della morte, prodotti della Vita (e ve lo promettiamo, non sono solo verdure grigliate)! Ecco qui delle idee per una Grigliata vegan: dalla marinatura del seitan e tofu a polpette ed altre delicatessen, come gli Spiedini di tofu e zucchinePotete inoltre scegliere tra saporiti burger o speziate salsicce rigorosamente cruelty free de L’Orto dei Castelli.

Per finire, qualunque sia il tipo di Pasqua che passerete, in famiglia o con gli amici, in città o nella natura, con piatti che riprendono la tradizione o che la reinterpretano creativamente, noi di Promiseland e VEGANOK vi auguriamo una vera rinascita, da intendersi come un recupero della comunione con la natura e tutte le sue creature, che a noi piacciono vive e felici e non fatte a pezzi in tristi e freddi piatti, soprattutto i poveri agnelli! E della pace con sè stessi e con gli altri data dall’idea che ogni giorno costruiamo un mondo migliore, a partire dai nostri gesti quotidiani, dal nostro piatto.

Vuoi scoprire altre ricette? Visita il sito www.veganblog.it , la community di cucina e ricette vegan più grande d’Italia!

Fonte: www.promiseland.it

 

  1. Ma che bella idea! Lavoro ben fatto e molto interessante. Grazie e Buona Pasqua

    Reply
  2. Vorrei venire a cena a casa Sua!!!! I Suoi menù sono bellissimi ed invogliano!
    Buona Pasqua!

    Reply

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.












Vai alla barra degli strumenti