Fuga di luglio: 4 itinerari di vacanza vegan

È luglio, ed è finalmente tempo di vacanze (non proprio per tutti, purtroppo, ma per una bella parte di popolazione). Per prendersi una vacanza, anche di una manciata di giorni, per “ricaricare le pile”, abbiamo selezionato 4 itinerari di vacanza all’insegna dell’etica vegan: le strutture ricettive, i ristoranti e anche le attrazioni da visitare.

Tra la Tuscia e l’Umbria

Relax e armonia con la natura nella Tuscia viterbese, un luogo ricco di vibrazioni energetiche. Potete pernottare al B&B Le Nuvole, attività completamente vegan immersa nel verde nel borgo antico di Civita Castellana, arroccato su una collina. L’attività, oltre ad  offrire colazioni vegan con tisane, tè, succhi di frutta, torte e marmellate fatte in casa, è anche un Centro yoga: il soggiorno si arricchisce quindi di sedute di yoga e meditazione, counseling e letture astrologiche, gite termali e massaggi olistici.

Andando a nord sulla E35 per circa mezz’ora troverete Bomarzo, famoso per il Parco dei Mostri in cui stravaganti e grottesche sculture di pietra si fondono in un paesaggio fiabesco. Fu ideato dall’architetto Pirro Ligorio su commissione del Principe Pier Francesco Orsini, che per alleviare il cuore dalle pene d’amore richiese all’architetto ed artista un giardino ornato da statue raffiguranti animali mitologici, divinità e mostri. Completano la visita le iscrizioni sibilline sulla pietra che accompagnano le opere, che ispirano e confondono il visitatore, costruendo un vero e proprio viaggio alchemico. Potete fermarvi al ritorno presso Attigliano, in provincia di Viterbo, al Ristorante Pizzeria da Rosanna, che propone piatti semplici, con prodotti locali e di qualità e ricette genuine e vegan, come la pasta fatta in casa, le pizze, la polenta, le crostate. All’occorrenza il locale dispone di camere.

Con una piccola escursione di poco più di un’ora potete raggiungere Torgiano, in provincia di Perugia, dove troverete immerso nell’incantevole paesaggio perugino, a pochi chilometri da borghi medievali e necropoli Etrusche, l’Hotel Ristorante Valle Umbra. La cucina prepara pietanze classiche della cucina italiana, pizze e da ora anche un menù completo di piatti vegan ispirati alla cucina umbra. Se decidete che vale la pena fermarsi, dispongono di numerose camere, ovviamente dotate di tutti i confort, con possibilità di fare una colazione vegan al mattino. Potete ovviamente approfittarne per visitare Perugia e il suo fascino medioevale e primo-rinascimentale, facendo un giro sulla Rocca Paolina, poi nella Galleria Nazionale dell’Umbria, che conserva capolavori di Piero della Francesca, Perugino e Beato Angelico e infine in Piazza IV Novembre dove sorge questa splendida Fontana Maggiore, una delle più celebri d’Italia e simbolo della Perugia medievale, costruita tra il 1275 e il 1278, su disegno di Nicola e Giovanni Pisano.

Relax e cultura tra le montagne bellunesi

Le montagne bellunesi sono l’ideale per famiglie ed appassionati della montagna “soft“, oltre a chi ama il cicloturismo, dato che ci sono numerose ciclovie nella zona. A Cesiomaggiore, in provincia di Belluno, potete trovare l’agriturismo “Campo di Cielo”, nato dalla ventennale conduzione biologica di campi orti e frutteti. Il menù utilizza prodotti dell’agriturismo dall’antipasto al dolce in piatti saporiti che sposano le peculiarità salutistiche ed innovative dell’igienismo moderno, con la ricca tradizione mediterranea. Con un clima familiare, che favorisce lo stare insieme con spirito di condivisione, e un grazioso giardino munito di rilassanti amache, è un posto perfetto per ristorarsi dal caos cittadino, e il paesaggio circostante si presta a passeggiate, percorsi in bicicletta ed escursioni in mezzo ai boschi, nel Parco Nazionale delle Dolomiti Bellunesi.

Se volete esplorare il patrimonio culturale, spostatevi a sud sulla SP1 bis per circa 45 minuti e raggiungete Maser, con la superba Villa Barbaro, costruita da Andrea Palladio tra il 1554 e il 1558-1560 circa per l’umanista Daniele Barbaro e per suo fratello Marcantonio Barbaro, ambasciatore della Repubblica di Venezia, decorata con un ciclo di affreschi che rappresenta uno dei capolavori di Paolo Veronese.

Potete poi fermarvi all’Ecosteria Parco Santi Angeli, a Santi Angeli (TV) a circa 10 minuti da Maser. Il locale, d’impronta vegetariana e vegan, offre una scelta di pizze e un menù à la carte, con una cucina basata su materie prime di altissima qualità di stagione accompagnate da pasta fresca fatta in casa e da impasti a lunga lievitazione per le pizze. Il nome ecosteria vuole sottolineare l’attenzione che abbiamo per l’ambiente che ci circonda, infatti vengono utilizzati detersivi naturali a basso impatto per la pulizia, e anche nella carta vini, si valorizzano i piccoli produttori di agricoltura bio soprattutto locale. E per chi volesse zero alcol, sono disponibili estratti di frutta fresca di stagione e come bibite esclusivamente bibite naturali e biologiche.

Tra mare e relax in Puglia

La Puglia è senza dubbio una delle mete più amate per l’estate degli italiani, con il suo meraviglioso litorale, tanti paesi immersi nel tempo pieni di storia e la proverbiale ospitalità locale. Potete prendere come punto di riferimento l’Agriostello Osteria Piccapane, che si trova a Cutrofiano, nel cuore del Salento. Azienda che ha scelto il biologico, la filiera corta e la sostenibilità, coltivando la terra senza serre, senza concimi né trattamenti chimici. L’Agriostello, con una capacità di 10 posti, per offrire una ricettività a costo contenuto. La Biosteria propone piatti locali e tradizionali, rivisitati in chiave vegana, esotica e multiculturale. Da questo punto via libera alle escursioni marine e alla vita da spiaggia. Le scelte migliori? Punta Prosciutto (che a dispetto del nome, non ha nulla di crudele, ma anzi bellissime spiagge bianche e mare cristallino), la trendy Porto Cesareo a ovest affacciata sullo Jonio, e Le Due Sorelle, con due magnifici faraglioni che emergono dal mare, a est, sull’Adriatico. Se volete stare l’intera giornata, qui trovate delle buone idee per il pranzo al sacco.

Potete risalire andando a nord puntando verso Lecce, perla barocca del Salento. Lasciatevi avvolgere dalla sua luce dorata, dall’esuberanza barocca di chiese, portali, balconi e palazzi in pietra calcarea scolpita. Non mancate di visitare l’Anfiteatro romano, Piazza Sant’Oronzo, patrono della città, il Duomo tardo barocco ed il Castello di Carlo V. Se poi a questo punto cominciate a provare un certo languorino, passate dal Caffè Oberdan, nell’omonima via del centro, dove troverete opzioni di snack vegan dolci e salate.

Da Lecce spostatevi a nord sulla SS613 verso Brindisi. Nel frattempo potete trovare il tempo per fare due tuffi sul litorale adriatico, per esempio a Torre Chianca. La città di Brindisi, oltre ad essere un porto internazionale molto attivo che la porta a mostrarsi un pò caotica e tentacolare, ha in serbo delle belle sorprese come la romanica chiesa di Santa Maria in Casale, che si trova sulla strada per l’aereoporto, o il Tempio di San Giovanni al Sepolcro, costruzione di età normanna dell’XI secolo, ricostruita su un primitivo tempio paleocristiano, la cui forma riporta ai modelli di chiese medievali di forma circolare od ottagonale ispirate alla Rotonda dell’Anastasis, l’edificio circolare costruito intorno al Santo Sepolcro a Gerusalemme.

Per una pausa nel vostro giro turistico, fermatevi al ristorante Piovono Zucchine, ristorante vegano in cui il viaggio tra gusto e sapore, un percorso basato sull’armonia e sulla bellezza diventa una scelta etica di cucina. In ogni piatto c’è la combinazione perfetta tra la storia personale e le attitudini degli chef, la ricerca e il futuro, sempre con materie prime selezionatissime e di prima qualità.

Infine spostatevi a nord in direzione Ostuni, a Carovigno, dove troverete Bellolio Farm Holiday Restaurant. In origine era l’antica Masseria Acciano, oggi Agriturismo Bellolio, è situato ai piedi dell’ultima collina dell’alto salento in posizione panoramica fronte mare, circondata da un bosco di ulivi monumentali, tra il borgo medioevale di Carovigno e la citta bianca di Ostuni in  provincia di Brindisi. Offre camere con servizi indipendenti, colazione pranzo e cena vegetariana, vegana e per celiaci con prodotti aziendali da agricoltura biologica e a km 0.

 

Sulla Riviera Romagnola, tra divertimento e buona cucina

Si sa che l’estate non è solo voglia di mare, ma anche di tutti quei divertimenti che possono essere collegati ad esso. La Riviera Romagnola offre in questo campo una delle migliori varietà di attrazioni per grandi e piccini. Via libera quindi ai parchi giochi ed avventura per le famiglie e i più piccoli come Fiabilandia, Skypark Avventura a Rimini e AquaFan e Beach Village a Riccione, lasciando perdere luoghi dove i delfini ed altri animali marini vengono sfruttati. Dopo una giornata di giochi e divertimenti  a Riccione, potete fermarvi al Ristorante Nonacon una splendida terrazza affacciata sul mare e tanto verde. Locale è arredato in modo originale con diverse sale diverse una dall’altra, ha una selezione di sushi vegan oltre a piatti della tradizione rivisitati in chiave vegan, pizze con impasto semi integrale, macinato a pietra e lievitato 72 ore, e anche dolci e vini vegani. Il locale è dog friendlly.

Potete pernottare all’Hotel Sylva & Risto Vegansituato in posizione centralissima a Cattolica, a pochi passi dal mare e nello stesso tempo in zona tranquilla, con servizio navetta e usarlo come base per le vostre escursioni. L’attività è completamente vegan e offre a chi pernotta colazioni vegan tradizionali e salutari. All’interno della nostra struttura troverete un piccolo punto vendita di prodotti bio-vegan, utilissimo per preparare pranzi al sacco. Nel ristorante vengono proposti piatti unici e creativi di cucina vegana biologica.

Con meno di mezz’ora di strada (traffico permettendo), o un comodo autobus, potete raggiungere Rimini. Non solo spiagge, parchi divertimento e locali notturni: di giorno, la città della movida romagnola è una piacevole cittadina ricca d’arte e storia, tutta da scoprire. Prendetevi un pomeriggio, o meglio l’intera giornata per visitare alcune delle sue perle, come il Tempio Malatestiano, progettato da Leon Battista Alberti, e con al suo interno affreschi, dipinti e sculture di  Piero della Francesca, Giotto, Giorgio Vasari e Agostino di Duccio. Questa Cattedrale, voluta da Sigismondo Pandolfo Malatesta per celebrare la sua stirpe, era stata precedentemente una chiesa francescana. Pur se rimasta incompiuta è un gioiello di rara bellezza, con l’interessante contrasto netto tra l’esterno equilibrato e rigoroso e l’interno, ricco e sontuoso: per i cittadini, è semplicemente “il Duomo”, per i turisti uno scrigno di tesori. Altra tappa obbligata è il Ponte di Tiberio, opera magnifica, di epoca romana, iniziata sotto Augusto sul fiume Marecchia, poi portato a termine da Tiberio; e senza dubbio il Borgo di san Giuliano, che ha dati i natali a Federico Fellini, pieno di murales che ricordano il famoso regista.

Per una fresca pausa vegan fermatevi alla Gelateria Pellicano Ausa che offre un’ottima scelta di gusti vegan di frutta e di creme.

 

Qualsiasi sia l’itinerario che vi interessa…passate una bella vacanza vegan, anzi VEGANOK!

 

 

 

 

  1. Sarah Estelle Dini 16 luglio 2018, 4:14 pm

    Posti meravigliosi, uno più bello e interessante dell’altro…E le proposte di ristoranti e strutture ricettive vegan sembrano ottime…bene, resta solo di telefonare per prenotare…Faccio la valigia e arrivooo!!

    Reply
  2. Bella la Puglia…Purtroppo troppo, troppo affollata, torniamo adesso con una bella delusione.Proveremo a passarci l’anno prossimo a prendere ferie verso settembre, magari troviamo più pulito e meno confusione. Ps. Il gelato vegan è un’invenzione geniale!

    Reply
  3. Quest’anno opto per la Sicilia e spero di trovare pure la locali che non mi deludano.
    L’Italia è bella tutta, ma da quando sono vegan guardo tutto più a 360 gradi … ospitalità e cibo ovviamente é bellezze turistiche ma considero anche di valutare la comprensione e il rispetto per la natura e l’ambiente che ogni zona manifesta se c’è … e se non c’è cerco di mandare input alla gente

    Ognuno deve fare la sua parte se vogliamo un mondo nuovo , direi ahimè

    Reply
  4. Stavo giusto per ragionare su quale meta scegliere per un weekend di relax… È sempre difficile trovare strutture vegan friendly. Testerò uno di questi itinerari e poi vi farò sapere se era all’altezza delle aspettative… Grazie!

    Reply

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Vai alla barra degli strumenti