Combattiamo la cellulite in modo naturale: Erica Congiu di BioDizionario ci spiega come

Come combattere la cellulite in modo naturale? Non una domanda frivola da rotocalco, ma un argomento piuttosto importante con risvolti medici. Per questo ne abbiamo parlato con la dott.ssa Erica Congiu, coordinatrice di BioDizionario.it, che ci ha spiegato come risolvere questo problema in modo naturale, quali prodotti ecobio preferire e molto altro ancora.

Siamo a luglio inoltrato, le spiagge sono ormai piene, il momento della prova costume è ormai ampiamente superato. C’è però ancora chi, con una buona dose di coraggio (quasi potremmo dire, da kamikaze) si appresta solo adesso, alle soglie delle ferie, a ovviare a problemi quali gli inestetismi della cellulite. Ne abbiamo parlato con la dottoressa  Erica Congiu, biologa nutrizionista del Comitato Scientifico di AssoVegan e coordinatrice di BioDizionario.it, che ci ha spiegato tutti i segreti dei trattamenti “detox” lampo, come combattere la cellulite in poche mosse e molto altro, per fare un figurone in spiaggia, o semplicemente sentirsi bene nella propria pelle. Potrete incontrare Erica Congiu al VeganFest, a Bologna presso SANA – Salone internazionale del biologico e del naturale – dal 7 al 10 settembre, e più precisamente, sarà presente con il team di BioDizionario.it alla conferenza su BioDizionario e la certificazione biovegan BIODIZIONARIO Approved il 10 settembre alle ore 12.00. Non perdete quest’occasione!

È piena estate e chi può è ormai in vacanza. Alcuni, colti impreparati all’ultimo momento per la fatidica prova costume, improvvisano diete dell’ultimo minuto o trattamenti drenanti, detox, anticellulite. Può essere pericoloso?

Bisognerebbe capire cosa si intende per “detox”. Non è mai troppo tardi per
“disintossicarsi” da alimenti di origine animale, zuccheri e farine raffinate. Questo è il momento ideale perchè se si ascolta il proprio corpo, è proprio lui che chiede un maggior apporto di cose fresche, minimamente lavorate, come frutta e verdura. Se invece parliamo della moda del momento, quindi bibitoni dalla dubbia provenienza e con ingredienti “ambigui”, tisane miracolose, pillole e polverine varie, questi non solo possono essere dannosi, ma sono pure inutili!

Possono contribuire a una perdita di peso nell’immediato, dovuta principalmente alla perdita di liquidi, ma questi se ne tornano esattamente dov’erano non appena si ricomincia a mangiare “normalmente”. Questi bibitoni spesso contengono ingredienti fitoterapici dosati male e combinati un pò a casaccio, che in alcuni casi possono avere gravi effetti collaterali e interagire con altri farmaci che si assumano. “Naturale” non è sempre sinonimo di sicuro, perchè gli estratti “naturali” presenti nei prodotti dimagranti, come garcinia, couleus, caffè verde, citrus amarantum possono avere effetti avversi anche importanti.

Che prodotti possiamo usare per fare una cura “urgente” per la pelle a buccia d’arancia?Quali sono gli ingredienti che dovremmo evitare?

La pelle a buccia d’arancia migliora notevolmente con l‘idratazione. Possiamo agire dall’interno, aumentando l’introito di frutta, verdura e grassi buoni (soprattutto avocado, che essendo ricchissimo di potassio, contrasta la ritenzione del sodio e quindi la ritenzione idrica) ma possiamo anche agire dall’esterno, idratando la nostra pelle con un buon olio vegetale da applicare sulla pelle bagnata, dopo la doccia, facendo un bel massaggio. Se poi a questo olio aggiungiamo
qualche goccia di olio essenziale di cipresso, rosmarino o bergamotto potenziamo l’effetto anti-cellulite. Ovviamente dovremmo limitare il sale, non dimenticandoci che il maggior contributo di sale nella dieta proviene dal pane, dai formaggi e ovviamente, dai salumi (che comunque dovremmo evitare per motivi ben più importanti, etico-ambientali). Ancora una volta un’alimentazione
vegetale priva di alimenti raffinati (tra cui ahimè, anche il pane) è la carta vincente.

Quali rimedi da preparare in casa per cercare di “salvare il salvabile”?

Io dico sempre “se proprio si vuole fare una detox, almeno che si faccia bene!” Allo stesso prezzo di un “percorso detox”, come lo chiamano le blogger, si può acquistare una centrifuga di buona qualità. Questa centrifuga però è un investimento a vita, che consentirà di ripetere la “cura detox” quante volte si vuole e di portare un contributo quotidiano di vitamine e minerali anche nella vita di tutti i giorni. Opportunamente seguiti da un medico o un nutrizionista esperto in digiunoterapia, si può fare un semi-digiuno a base di succhi vegetali (sconsiglio il fai da-te), ma già solo cominciare la giornata con un bell’estratto di sedano, finocchio, carota e ananas può contribuire significativamente ad attenuare cellulite e buccia d’arancia, grazie all’alto tenore di potassio e alla bromelina dell’ananas. Il succo di carota inoltre ci aiuterà ad abbronzarci più facilmente, e su una pelle abbronzata la pelle a buccia d’arancia si nota molto meno!

Durante la giornata si può bere un infuso, anche freddo di foglie di betulla, pilosella, tarassaco e carciofo, sempre valutando il proprio stato di salute e l’eventuale assunzione di farmaci. Queste piante contrastano la ritenzione idrica e migliorano la funzionalità epatica, promuovendo lo smaltimento delle tossine. Ritenzione idrica e cellulite spesso sono causate da problemi circolatori e linfatici, quindi assumere estratti vegetali che migliorino il microcircolo, come mirtillo e ippocastano, potenziano l’effetto di questo infuso.
E non dimentichiamoci la cosa più semplice ed efficace in assoluto! Bere tanta acqua e fare movimento. La sedentarietà è sicuramente la causa numero 1 di cellulite e ristagno dei liquidi. Stare seduti per molte ore blocca il corretto ritorno venoso, a volte non ci rendiamo nemmeno conto di quante ore passiamo seduti alle nostre scrivanie, senza mai alzarci. Basterebbe anche solo fare qualche passo ogni mezz’ora per evitare questo brutto inconveniente. Personalmente ho messo un timer sul mio pc che ogni 25 minuti mi ricorda di sgranchirmi le gambe.


Non dimentichiamoci poi che anche durante la vacanza si può fare moltissimo con ciò che ci mette a disposizione la natura. Un potentissimo trattamento anticellulite si può fare camminando tutti i giorni sul bagnoasciuga, con l’acqua che arriva approssimativamente a livello delle caviglie (o anche più su se si riesce). L’effetto osmotico dell’acqua salata, unito alla camminata “instabile” a piedi scalzi, che attiva maggiormente il ritorno venoso, è un mix eccellente, che oltre ad attenuare la cellulite ci consentirà anche di bruciare una discreta quota di calorie.
Un’altra cosa che si può fare è mettersi a prendere il sole sul bagnoasciuga (con la giusta protezione solare) e nel frattempo farsi uno scrub con la sabbia bagnata, insistendo sulle zone critiche. Oltre a regalare gambe liscissime e un’abbronzatura omogenea, questo trattamento attenua la cellulite, ancora una volta grazie all’effetto osmotico del sale presente. Un altro trattamento da poter fare in casa, che può andare bene in generale anche per chi non ha problemi di cellulite, è fare un impacco da strofinare sui punti critici sotto la doccia composto da: 3-4 fondi di caffè, una manciata di sale marino integrale, 1-2 cucchiai di olio di cocco o d’oliva, qualche goccia di olio essenziale di arancia o pompelmo (che hanno un buon odore che mette di buon umore, e aiutano a attivare il microcircolo; in alternativa sono efficaci anche l’olio essenziale di ginepro, di rosmarino di cipresso o salvia). A questa base si può aggiungere 2-3 cucchiai di cacao amaro. Attenzione però a premunirsi di un buon filtro per lo scarico della doccia! La caffeina ha la capacità di riattivare la circolazione, proprio per questo motivo rientra spesso tra gli ingredienti di numerose creme anticellulite, il sale marino integrale attiva un processo osmotico che libera i liquidi in eccesso all’interno della membrana cellulare. Verificate di non essere allergiche mettendo un po’ della mistura su una porzione di pelle, e aspettando una quindicina di minuti.

 

Ed infine, il consiglio migliore per una “pelle trasparente come un uovo di serpente” e un effetto “splendido splendente” è di imparare ad accettarsi, e valorizzare i propri pregi, nascondendo i propri difetti. C’è la cellulite? Bene, eviteremo i leggings e gli short inguinali, e daremo sfogo alla nostra anima bohemienne con romantiche gonne lunghe e vestiti svolazzanti. L’interno coscia non è a prova di scatto Instagram? Usiamo un bel pareo colorato, a fantasia, o anche in tinta unita, che con l’effetto di trasparenza e vedo-non vedo ha molto più fascino della pelle in bella mostra, liscia o “da agrume” che sia. Molti di quelli che noi vediamo come difetti insormontabili, sono agli occhi di chi abbiamo intorno, insignificanti. Certo, la cellulite è una condizione medica, molto comune, ma non facciamoci fregare dalla favola della bellezza a tutti i costi: sì al benessere, sì alla salute, sì a stare bene nella propria pelle. Ciò che si ricorderanno i nostri amici, fidanzati e familiari della vacanza al mare non sarà la nostra pelle a buccia d’arancia, ma il nostro sorriso, il nostro carisma, le nostre battute…in una parola, NOI.

Dopo aver cercato di risolvere il problema cellulite e tornati dal mare , a settembre vi attende il VeganFest, dove potrete incontrare la dottoressa Congiu di persona e confrontarvi con lei su questo ed altri temi di ecobio cosmesi.

Il VeganFest è fatto da tante anime: professionisti, medici, sportivi, divulgatori, chef, scrittori, attivisti, nutrizionisti, artisti, aziende di prodotti vegan…e molto altro ancora, accomunati dall’amore per gli animali e l’ambiente: adesso manchi solo tu!

Per conoscere tutti i protagonisti dell’onda vegan che travolgerà Bologna,
leggi il programma del VeganFest 2018

La XII edizione del VeganFest ti aspetta a Bologna dal 7 al 10 settembre 2018 nell’ambito di Sana!

Sei un’azienda e vuoi essere dei nostri?

 

 

  1. Quanti ottiimi consigli ci ha dato la dottoressa!
    Apprezzo soprattutto la conclusione di accettare comunque i nostri difetti !
    Però vorrei aggiungere la mia esperienza… io ho fronteggiato speculano in età più “ fresca” il problema cellulite con alcuni prodotti cosmetici di qualità in associazione a trattamenti modellanti per contrastare gli in estetismi della cellulite , macchinari all’avanguardia non invasivi di tonifucazine , avendo risultati eccellenti ovviamente se associati a costanza e ad alimentazione corretta e vegan
    Aiutati che Dio ti aiuta

    Reply
  2. Che bello questo articolo! Proverò il massaggio con olio vegetale e aggiunta di olio essenziali… perché in quanto all’alimentazione sono ok!

    Reply
  3. Giulia Volpini 20 luglio 2018, 1:27 pm

    Mi metto subito al lavoro, intanto erboristeria per gli oli essenziali, già mangio vegetale, l’acqua è il mio problema principale, anche l’estate non ne bevo abbastanza… Devo impormi di farlo lo dico da sempre. Il crudo mi piace molto per quello non avrò problemi, il sale lo sostituisco con le spezie ma quando sei fuori il problema è che trovi sale dappertutto e io viaggiando molto spesso sono costretta a comprare un panino ( vegano ) nelle aree di sosta, e ovviamente per dargli sapore li riempono di pomodorini secchi quindi sale a go go 🙁 dieta dieta sempre a dieta!

    Reply
    • devo dire che bere acqua è stata l’azione più diretta per aiutare le mie gambe ad eliminare un po’ di buccia di arancia, poi il movimento ogni mattina ed infine gli infusi. Ora provo quelli suggeriti nell’articolo vediamo se funzionano…

      Reply
    • Sì anche io non bevo abbastanza. Il mio problema principale è quello… Leggevo che di norma si consiglia di bere almeno 1,5 litri di acqua al giorno. Ma come si fa? Io proprio non riesco… forse è anche per questo che poi la sera sono sempre stanca: mi idrato troppo poco.

      Reply
  4. Ma tenetevela ‘sta buccia d’arancia Donne… agli uomini piace anche così!!!
    Nel peggiore dei casi vi spremono e prendono a morsi… 😅

    Reply
    • Anche no, la cellulite non è solo un problema estetico, ci sono dei punti del corpo ( tipo caviglie) che fanno malissimo. Il cibo di origine animale, la vita sedentaria causa il formarsi della cellulite. Avete visto che ci sono ragazzine di 10 anni al mare con la cellulite? Vi sembra normale?

      Reply

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Vai alla barra degli strumenti