Tutto il fresco dell’estate con i cetrioli: 12 ricette da VeganBlog

Rinfrescante e pieno di proprietà, il cetriolo viene in nostro aiuto in questi giorni di caldo estremo: scopriamo i suoi segreti e come gustarlo al meglio con 12 ricette da VeganBlog.it!

Nel resistere al caldo torrido dell’anti-ciclone africano di questi giorni, non c’è niente di meglio dei cetrioli, dono della Natura per rinfrescare corpo e spirito nel caldo d’agosto. Questo frutto che matura proprio nei mesi estivi, oltre al suo alto contenuto di acqua e le sue proprietà rinfrescanti, è anche un ortaggio molto salutare e pieno di principi attivi. Un alimento che da sempre ricopre un ruolo fondamentale nella dieta mediterranea, e non solo, grazie alle sue straordinarie proprietà benefiche. Il cetriolo è un sinonimo di benessere, soprattuto d’estate, aiutando l’idratazione fisiologica in quanto è composto per il 95% da acqua, e contribuendo ad espellere le tossine: il che ne fa un valido alleato per le diete dimagranti, grazie al bassissimo apporto calorico che permette di avere senso di sazietà, e i trattamenti detox. Da consumarsi rigorosamente fresco, in insalata o perfino “bevuto” in gustosi estratti, o nelle cosiddette “water infusion“, ovvero infusioni di acqua, frutta e verdura, ottima alternativa con quasi zero calorie alle classiche bibite e succhi. Ma non solo: il cetriolo è inoltre un valido alleato della pelle non solo “dal dentro”, ma anche come trattamento di bellezza in maschere e creme idratanti.

Il cetriolo è un’ottima fonte di vitamina B e di vitamina C, contenuta soprattutto nella buccia di questo frutto è molto ricca di vitamina C: ragione in più per cominciare a consumarlo con la buccia. È inoltre una fonte di silice, componente importantissimo per la ricostruzione dei tessuti connettivi oltre che di di vitamina A, B1, B6, C e D. È stato scientificamente dimostrato che i lignani presenti abbondantemente nel cetriolo, tra i quali il pinoresinolo, il lariciresinolo e il matairesinolo, aiutano a prevenire la comparsa di alcune forme tumorali particolarmente aggressive, più precisamente riducono il rischio di tumore ovarico e al seno nelle donne e alla prostata nell’uomo.

Composto prevalentemente di acqua e di fibre, è un aiuto naturale nell’eliminazione delle tossine, aiutando il sistema digestivo a riequilibrarsi. È quindi consigliato a chi soffre di costipazione cronica. Non si può inoltre dimenticare il supporto che questo alimento dà al pancreas, soprattutto negli individui diabetici. È ricco di ormoni che stimolano il pancreas a produrre insulina: studi scientifici hanno dimostrato che l’assunzione costante di cetrioli in persone con diabete ha portato notevoli benefici. Gli steroli vegetali, presenti al suo interno, contribuiscono alla riduzione dei livelli di colesterolo.

Un ortaggio passepartout

Se avete alzato il gomito la sera prima, vi siete addormentati fuori dall’ombra dell’ombrellone e adesso avete una bella scottatura, se volete alleviare il bruciore di una puntura di vespa o di medusa, o semplicemente avete gli occhi gonfi potete aiutarvi con questo ortaggio! Contiene infatti abbondanti quantità di zucchero e di vitamina B che riducono gli effetti e il mal di testa da alcool, specie se mangiato crudo prima di andare a letto. Se avete scottature o irritazioni cutanee di vario tipo il cetriolo può dare sollievo al pari dell’aloe, impiegato a fettine sottili o in purea nella zona interessata, specialmente la buccia. Per gli occhi gonfi credo che tutti sappiano (almeno anche solo dalla cultura pop di film e cartoni animati) che una fettina di cetriolo posta sulle palpebre aiuta a ridurre il gonfiore dopo una nottata vivace e insonne grazie alla massiccia presenza di silicio e zolfo, che sono anche utili per incrementare e velocizzare la crescita dei capelli. Se infine, avete esagerato con le bruschette all’aglio, niente paura! Basta prendere una fettina di cetriolo, anche non grossa, e premerla per 30 secondi sul palato per salvare l’alito e magari l’esito di una serata galante. Le sostanze presenti al suo interno svolgono un’importante azione antibatterica, abbattendo le colonie di batteri responsabili dell’alito cattivo.

La mitica Yzma da “Le follie dell’Imperatore” che cerca di mantenersi giovane con delle fette di cetriolo.

Attenzione però a non strafare: soprattutto se consumato con la buccia e nelle ore serali, risulta essere poco digeribile, in particolare a chi soffre di cattiva digestione. Per la massiccia quantità di fibre potrebbe essere un problema, inoltre, per chi soffre di colon irritabile.

E dopo questa piccola “enciclopedia” sulle proprietà dei cetrioli, siete pronti per consumarli con le nostre fantastiche ricette a cura di VeganBlog.it

Acqua della salute

Questo semplicissimo Infuso dissetante è ottimo per reintegrare i liquidi persi nella sudorazione: da bere in abbondanza proprio in questi giorni.

Insalata estiva

A base di frutti e ortaggi pieni di vitamine e sali minerali, quest’insalata con avocado, cetriolo e melone è un toccasana, specie se siete in villeggiatura e sudate molto.

Insalata sorprendente

Di sorprendente in questo piatto c’è sia il gusto (la senape in chicco) che le proprietà del cetriolo insieme alle proteine dei ceci.

Insalata di patate allo yogurt

In quest’insalata dall’aria vagamente dell‘Est d’Europa, la delicatezza delle patate si unisce alla freschezza dei cetrioli, al gusto deciso di ravanelli e erba cipollina, e al gusto avvolgente della salsa allo yogurt vegetale.

Un soffio d’Oriente

Di ispirazione asiatica, anzi indocinese, questa Insalata accosta il gusto fresco-agro-piccante e umami dei pomodorini.

E se li usassimo come involtini?

Particolarmente apprezzata la scelta di usare in questa ricetta delle fette fini di cetriolo per realizzare freschissimi involtini all’insegna del “tutto crudo“.

Rinfreschiamoci!

Questo centrifugato rinfrescante è una panacea contro i colpi di calore e l’afa: bastano pochi ingredienti!

La mitica e famosa

Non poteva mancare la ricetta al cetriolo più conosciuta e amata, la Salsa Tzatziki, di origine greco-turca: con cetrioli, aglio e olio evo, e soprattutto del buon yogurt di soya colato!

¡Y vamos a comer!

Senza dubbio un piatto versatile, che può prendere le vesti di elegante antipasto da versare in mini coppette o bicchierini da liquore, come un originale finger foodoppure da usare come piatto semplice, rinfrescante e saporito: il Gazpacho è una zuppa fredda originaria dell’Andalusia, a base di verdure di stagione come pomodori, cetrioli, peperoni, basilico e cipolla. Da rendere più consistente all’occorrenza, frullando insieme agli ingredienti del pane raffermo. Da sperimentare anche il Salmorejo, altra zuppa fredda di origine spagnola con ingredienti molto simili.

Sushi?

E infine una ricetta raw per dei makiovvero i rotolini di alga nori di solito ripieni di riso e cetriolo, ma in questa versione con piselli, cetriolo e erba cipollina.

E per la pelle?

Coccolatevi con una maschera purificante con cetriolo, teatree oil e argilla.

E…per vedere cucinate dal vivo molte altre ricette stuzzicanti, originali e gustose, e ovviamente vegan, non perdetevi il VeganFest a Bologna, dove i migliori chef vegani faranno dimostrazioni tutti i giorni presso l’area Cooking Show!

 

 

 

  1. La mia ricetta preferita con i cetrioli è la tzatziki! La metterei su tutto!! Ottime anche le acque profumate a base di cetrioli e altra frutta fresca! Dissetanti e originali!

    Reply
  2. Tutto 🤤 buonissimo!!! Ma una domanda anche a voi il cetriolo 🥒 vi viene difficile digerirlo…?! 🤦🏻‍♀️

    Reply
  3. Capisco la scelta dei vegani di mangiare vegetale ma eliminare del tutto le proteine animali puó portare a carenze anche molto gravi. Parlate con un dottore prima di fare scelte così estreme

    Reply
    • Anonimo, chi sei tu ?
      I vegani sono le persone che più di chiunque conoscono il valore e l’importanza della corretta alimentazione per la propria salute .
      Questo perché i vegani si confrontano con specialisti e professionisti della salute ed ascoltano il proprio corpo che hanno imparato a conoscere

      Prima, da onnivori vivevano nell’ignoranza di importanti aspetti.
      Forse tu, anonimo dovresti farti fare visite e controlli e ti auguro di non scoprire che hai tu carenze e debolezza , ma son certa che sarà così

      Reply
  4. Uffi…io c’ho provato in tutte le maniere ma il cetriolo proprio non riesco a farmelo piacere! Nemmeno nel gazpacho, basta che sento il retrogusto e mi viene la nausea. Ma mica è allergia. Proprio non mi va giù. E dire che fa tanto bene…vedremo nella prossima vita se riesco a farmelo piacere !!

    Reply
  5. Adoro il cetriolo!
    Sono Toscana e pertanto immaginate la panzanella !
    Inoltre trovo che megli
    Estratti sia assolutamente meraviglioso.

    Reply
  6. Non amo i “trecioli” come lo chiamiamo in Toscana, ma con delle ricette così appetitose, mi viene voglia lo stesso

    Reply

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Vai alla barra degli strumenti