BioVeganFest 2010: 3

Le aziende certificate VeganOK presenti al BioVeganFest.
Dopo la PRIMA PARTE e la SECONDA PARTE, Questa terza parte del reportage sul BioVeganFest è dedicata alle aziende presenti che già presentavano i loro prodotti corredati della certificazione VeganOK garantendo così ai propri clienti caratteristiche Etiche assolutamente precise.


Tra le quattro aziende (BioAppetì , Fitocose , Argital e Teina Adam) che hanno deciso di sponsorizzare ufficialmente il BioVeganFest in qualità di “OFFICIAL PARTNER”, BioAppetì  aveva anche uno spazio all’interno del Festival, più precisamente nella tensostruttura CIBARIA dedicata al settore alimentare.


BioAppetì  ha offerto ai visitatori alcuni prodotti spalmabili, tutti gustosissimi, biologici ed ovviamente Vegan, ma oltre a ciò, ha anche fornito buona parte degli ingredienti utilizzati nella cucina del ristorante. In particolare il seitan, il tofu, il tempeh, diversi tipi di impasti di burger e le ghiottosissime piadine utilizzate per i KEBAB che sono letteralmente andati a ruba.  Insomma una partecipazione all’evento assolutamente in prima linea!

Tutta la gamma dei prodotti BioAppetì va ben oltre quanto qui esposto, ma è possibile conoscerla nel dettaglio direttamente sul sito www.conbio.it
Ma non solo di prodotti alimentari si vive, ed ecco quindi, tra le aziende certificate VeganOK presenti, l’azienda diRomeo che ormai ha una consolidata presenza ed autorevolezza nel settore delle scarpe Vegan e che ha presentato alcuni prodotti di rara qualità e bellezza.

Ecco una scarpa che ha fatto brillare gli occhi ai tanti Vegan che anche per motivi di lavoro devono indossare calzature di un certo tipo ed a cui diRomeo ha pensato con una gamma veramente ampia.

Ma non solo il classico… Ecco qui delle splendide sneaker diRomeo in “mycroair”, un materiale incredibilmente simile allo scamosciato ed altamente traspirante. Abbiamo inoltre apprezzato tantissimo come sulla scarpa sia ben visibile la scritta “Vegan”.

E per accontentare anche il publico femminile, ecco un caldo e morbido stivale diRomeo anch’esso in Mycroair. E’ incredibile come al tatto questi prodotti siano in tutto e per tutto indistinguibili da quelli tradizionali.

Ma la linea di scarpe, accessori (e prossimamente anche abbigliamento) è molto ampia e per conoscerla, niente di meglio che da visitare il sito www.diromeovegan.it
Rimanendo sempre nel mondo delle scrape certificate VeganOK, non possiamo non citare anche le scarpe Camminaleggero in microfibra che pur avendo attualmente interrotto la produzione, è possibile acquistare (nei modelli ancora disponibili) attraverso l’attuale distributore  Govinda

Ovviamente, anche Govinda era presente al BioVeganfest.
Per quanto riguarda il mondo della cosmesi certificata VeganOK, anche  EOS era presente con la propria gamma di cosmetici.
EOS produce una gamma molto ampia di cosmetici naturali, detergenti igienizzanti, prodotti dedicati alla mamma ed il bambino ed integratori naturali.

Sul sito www.eosnatura.com  sono presenti le diverse gamme con le specifiche di ogni prodotto
Tra le aziende che utilizzano la certificazione VeganOK sui propri prodotti, Emunà si caratterizza per  i propri prodotti a base di canapa sia nel settore alimentare, che in quello della cosmesi e detergenza




Ed anche il melograno è un alimento interessante per Emunà  ma la gamma dei prodotti proposti è molto più ampia ed è possibile consultarla direttamente sul sito www.emuna.it
E per rimanere in tema di Canapa, ecco anche Exhemplara con la sua gamma di prodotti proprio a base di Canapa, alcuni dei quali decisamente originali (ed irresistibili).


Ecco la salsa di canapa biologica. Una squisitezza che aggiunge alle proprietà della canapa un gusto a cui è difficile resistere dopo un primo assaggio.

Ed anche la pasta a base di canapa..

Ed ovviamente l’olio di canapa da consumare crudo per preservarne le molte proprietà terapeutiche.

Poteva forse mancare la cioccolata di canapa?.. Non sia mai! 🙂
In realtà l’intero catalogo dei prodotti in canapa di Exhemplara è enormemente più ampio ed è ben rappresentato sul sito www.exhemplara.com che vi invitiamo a consultare.
Anche L’Erbavoglio Ristorante/Pasticceria certificato VeganOK era presente con dei gustosissimi biscotti che personalmente trovo irresistibili.

Ma L’Erbavoglio era presente soprattutto per presentare la propria nuova attività di vendita online www.lasveganshop.it  dove oltre ai propri scquisiti prodotti, distribuirà anche tante altre specialità alimentari decisamente originali come il cioccolato bianco in diverse varietà, pasticcerie vegan confezionate ed alcuni originalissimi prodotti di cui abbiamo già dato un’anticipazione nella SECONDA PARTE del nostro reportage (sottilette Vegan, patè di tonno e filetti di pesce vegan, e molto altro).
Fattoria della Mandorla è una tra le più recenti aziende che ha deciso di certificare VeganOK i propri prodotti.



Al BioVeganFest abbiamo avuto il piacere di assaggiare le mandorle con un assortimento tale che neanche immaginavamo possibile. Dalle mandorle aromatizzate in tante varianti tutte originali, fino ai dolcetti a base di mandorla, un vero godimento.

Anche nel caso della Fattoria della Mandorla , solo visitando il sito www.fattoriadellamandorla.it è possibile rendersi conto di tutti i prodotti effettivamente disponibili.
Opti3 è l’integratore di Omega3 certificato VeganOK e distribuito in italia da www.bio-salute.it

E dopo tante aziende certificate VeganOK , ecco al BioVeganFest  la presenza istituzionale di Veganblog.it la più grande community Vegan d’Europa che è stata ed è tutt’ora parte integrante del progetto di certificazione etica VeganOK.

Nell’imagine, la simpaticissima Gnubby. Uno degli oltre 380 chef che ogni giorno inseriscono decine di nuove ricette su www.veganblog.it
E se parliamo di presenze istituzionali, non poteva certo mancare quella di VeganOK . Come è possibile vedere, teniamo molto alla professionalità della nostra partecipazione e sentiamo la responsabilità della fiducia che riceviamo quotidianamente sia dalle aziende che devono sentirsi rappresentate  in maniera professionale, che da tutti i Vegan che ogni giorno utilizzano i nostri servizi di informazione offerti da Veganblog.it e Promiseland.it

Nella fotografia, Alessandro Tulli, il responsabile commerciale di VeganOK 
Ed eccoci alla fine di questa terza parte del reportage… A domani per la prossima parte…
Vi ricordiamo che sul sito www.bioveganfest.it troverete l’elenco completo di tutti gli espositori presenti oltre al programma del ricchissimo calendario di eventi che hanno caratterizzato il BioVeganFest.

Un ringraziamento veramente particolare va alle aziende che fin dall’inizio hanno creduto nel progetto ed hanno scelto di essere “Official Partner”  del BioVeganFest.
Non è affatto un caso che siano 4 aziende certificate VeganOK ed anche per questo motivo il loro coinvolgimento assume un valore ancora più alto.
www.conbio.it
www.fitocose.it
www.argital.it
www.teina-adam.com

  1. Avatar

    Io ci sono stata di domenica…Per essere una prima edizione,davvero non era male!Peccato che pioveva fortino:per passare da una sala all’altra della villa dove c’era il festival toccava sempre aprire gli ombrelli,uff…Comunque ho mangiato il kebab veg…buonooo!!!!!!Finalmente posso dire che esiste!!!!Così come il pesce veg…E i formaggi veg??Quello tipo grana davvero sembrava il grana!!Quando sono diventata vegan me lo sentivo in modo naturale,perciò non ho mai fatto sforzi per esserlo e non mi sono mai mancati i prodotti di origine vegetale(il formaggio ha un odore che non sopporto più,come la carne,ecc…),però voglio dire…avverti ovviamente qualcosa di diverso,ma la capacità di questo nuovi chef di far in versione veg non solo piatti composti,ma anche gli alimenti singoli(tipo appunto il formaggio),facendoli assomigliare da matti agli originali…insomma,è qualcosa di incredibile!!Complimenti a loro,ma complimenti anche a chi ha organizzato queste giornate.Spero ci sarà un seguito,ve lo auguro di tutto cuore,magari ancora più ricco e vasto!Bravi bravi bravi!!!

    Reply
  2. Ma quante cose buone e che belle scarpe! La prossima edizione non me la perdo! Non mi piace stare a guardare se posso anche partecipare alle belle iniziative!!! Arrivooooo! 🙂

    Reply
  3. Mi sono riguardata i 4 reportages… quante ditte che “pensano” vegan! Fa bene al cuore vedere che ci sono sempre più imprese che producono senza sfruttamento animale: vuol dire che c’é la richiesta, che sempre più persone riflettono su quello che acquistano! 🙂

    Reply
  4. Avatar

    Hai ragione…Forse non sembra perchè tanti si vergognano o hanno timore nel mostrare le proprie idee,ma mi capita di scoprire in molte persone l’interesse verso il mondo naturale.E si sa,l’unione fa la forza…Se la domanda cresce,prima o poi anche le aziende devono adeguarsi,oppure ne nascono di nuove,attente ad una nuova coscienza…

    Reply

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Skip to toolbar