Il dolce di oggi ve lo consiglia VeganBlog: prepariamo una torta!

La torta, un master per ogni occasione. Le torte sono sempre state utilizzate per festeggiare momenti speciali, di cambiamento, di passaggio, come simboli di prosperità. 

Il nome torta pare derivi dal latino “trahere” che significa maneggiare. Altri sostengono che derivi dal participio passato del verbo torquere cioè “attorcigliare” e con ciò forse ci si riferiva a delle torte ripiene girate in tondo, una sorta di ciambellone ripieno.

Curioso è però il fatto che anche negli antichi dialetti celtici si trova la stessa voce, così: in bretone si dice tors, in gaelico ed irlandese tort.

Ma andiamo sul vivo della questione: che torta prepariamo oggi?

Qui tre ricette da veganblog.it!

 

Torta rustica al profumo di Rosa Damascena e foglie fresche di Melissa

Ingredienti per 8 porzioni:

100 g di farina biologica
70 g di zucchero di canna
100 g di latte di soia naturale biologico
60 g di olio di mais o girasoli
10 g di lievito
5 rose profumate (petali)
scorza di mezzo limone biologico
10-15 foglie fresche di melissa
Procedimento QUI!

Torta all’uva fragola

Ingredienti:
380 g di farina
200 g di zucchero di canna
1 limone (scorza grattugiata)
250 ml di latte di soia
150 ml di olio di semi
1 baccello di vaniglia
1 bustina di lievito in polvere per dolci
1 pizzico di sale fino
50 acini di uva fragola

Procedimento QUI!

 

Torta speziata cookies

Ingredienti:
100 g di farina integrale
90 g di farina 0
120 ml di latte di riso
60 g di olio di cocco
110 g di zucchero di canna
1 pizzico di sale
1 cucchiaino raso di lievito per dolci
scorza di arancia
1 baccello di cardamomo polverizzato
1 pizzico di cannella
1 pizzico di chiodi di garofano macinati
vaniglia
30 g di gocce di cioccolato

Ingredienti per la decorazione:
salsa di caramello fatta in casa
mandorle tostate
nocciole tostate

Procedimento QUI!

 

CURIOSITÀ

Perché le torte sono tonde?

Ci sono molte diverse spiegazioni, ma la più attendibile sembra quella della loro origine religiosa. Le torte più antiche venivano, infatti, utilizzate come parte essenziale del culto della natura e della ciclicità dei periodi riproduttivi, da qui la forma circolare ad indicare un moto mai interrotto e la completezza.

  1. In realtà la forma circolare ha a che una motivazione scientifica in quanto la torta circolare garantisce teoricamente una miglior distribuzione della lievitazione e della cottura 🙂

    Reply
  2. Solitamente chi si avvicina alla cucina Vegaan ha paura di dover rinunciare al piacere dei dessert: queste ricette dimostrano che non è assolutamente così e che si può mangiare un dolce delizioso senza utilizzare derivati animali

    Reply
  3. Credo proprio che chi diceva:” ma cosa mangiate?…. ma come fate senza a provarvi di tante cose buone ?… “ siano persone in estinzione…
    Non dovevamo dimostrare nulla noi vegani, certo che per fare divulgazione anche la cucina è un ottimo strumento .. oggi oramai tutti, ma davvero tutti sanno che chi sceglie il rispetto per la vita , non si priva di nulla , né tantomeno di gusto e di splendidi dolci .. anzi gusta le meravigliose pietanze , infinite per la varietà, particolarità è anche semplicità nel contempo , con un cuore sereno … con la consapevolezza di essere qui per portare giustizia per le gli ultimi …

    Reply
  4. Bellissima ricetta da proporre indubbiamente per le feste, anche perché Natale significa Nascita quindi per festeggiare questo importante evento, non possiamo certamente utilizzare ingredienti che provengono dalla sofferenza di essei viventi.

    Reply
  5. Il dolce…di solito chiude un pranzo o una cena, è la portata che si ricorda di più, poi se è Vegan può essere consumato anche anche da chi ha particolari intolleranze, sorprende i commensali che spesso non credono ai loro occhi e al loro palato….meditate gente meditate…

    Reply

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Vai alla barra degli strumenti