Lorenzo Ferrante a Sky TG24 risponde alla “bufala” di Coldiretti

Che i dati diffusi da Coldiretti a sostegno scientifico del “Bistecca Day” fossero inesatti ce ne eravamo accorti più o meno tutti. Ma chi tutti i giorni lavora a contatto con i problemi di salute causati dall’alimentazione a base di carne e proteine animali che vogliono far credere così sana, sono i medici.

Medici, nutrizionisti, biologi, oncologi, ginecologi…moltissimi e in costante crescita sono i professionisti della salute che scoprono i benefici di una dieta 100% vegetale per la salute, e che, invece di osteggiarla come una certa medicina datata e non aggiornata fa, la sostengono e la promuovono. I professionisti della salute vegani in Italia sono rappresentati dal Comitato Scientifico di Associazione Vegani Italiani Onlus, di cui Lorenzo Ferrante è coordinatore.

Dagli studi di Sky TG24 Lorenzo Ferrante, ospite insieme ad Elena Dogliotti, biologa nutrizionista, della fondazione Veronesi, ha completamente smentito i dati Coldiretti.

“Innanzitutto chi torna a mangiare bistecche di nascosto o alla luce del sole è una persona che ha seguito una dieta 100% vegetale per motivi di salute, ma a cui mancava la componente etica, che contraddistingue il veganesimo.”. L’autore del libro “Sano e Vegano“, che ha abbracciato questo stile di vita da 20 anni, continua “La GDO racconta tutta un’altra storia: gli scaffali con dicitura “100% vegetale”, “senza latte e senza uova” e “vegan” continuano a crescere vertiginosamente, ed anche i numeri delle aziende e dei prodotti che negli ultimi mesi hanno aderito al disciplinare VEGANOK, lo standard etico più diffuso in Europa, sono in crescita. I dati di Osservatorio VEGANOK sono ben diversi: parlano di circa 4,2 milioni di “veg”, di cui vegani circa 1,8-2 milioni. La libertà di scelta degli individui deve essere salvaguardata e supportata da professionisti ad hoc. Si parla sempre spesso di “malnutrizione” dei vegani, ma spesso ci si dimentica che la maggior parte delle persone malnutrite sono onnivore.

L‘estate è la migliore stagione per poter “sperimentare” un’alimentazione vegan, dal momento che i vegetali aiutano soprattutto bambini e anziani ad idratarsi ed a termoregolarsi. Un buon motivo per cominciare questo cammino di salute e compassione!

Il “Bistecca Day” non ha una giustificazione di nessun tipo: lo sfruttamento e la sofferenza animale, insieme all’alta concentrazione di sostanze cancerogene, aumentate a dismisura dall’oltremodo insalubre cottura alla griglia, che immette tossine su un cibo già saturo di tossine, lo rendono indifendibile da tutti i punti di vista.

In questo servizio di VEGANOK.TV trovate l’intero servizio.

Ad ogni modo, una visibilità seppure in sordina, è stata data al mondo vegan attraverso la persona di Lorenzo Ferrante. Una visibilità che ha ricordato che la presenza vegan in Italia di certo non si censisce alle sagre della bistecca (dove notoriamente non si è mai visto nessun vegano), ma attraverso analisi accurate dei mercati e dei consumi, come ha sempre messo in luce Osservatorio VEGANOK (qui il pdf del rapporto Consumi e Trend 2018).

E si spera, in un futuro non troppo lontano, non ce ne sia più bisogno.

  1. Le Fake News sono all’ordine del giorno in ogni dove. Sta infatti a testate come le vostre smascherarle! Grazie per il vostro lavoro!

    Reply
  2. Ormai lo sport nazionale è “dagli addosso al vegano”. Ovunque, in tv, alla radio, sui giornali, sui social…La rabbia sociale sfocia tutta lì: i problemi dell’Italia, o sono gli immigrati che arrivano sui barconi, o sono i vegani, che non si sa come, distruggono l’economia perchè non mangiano pane e salame nostrano (sentite con le mie orecchie). A volte viene veramente voglia di espatriare. Ancora una volta, complimenti a Ferrante che ha tenuto i nervi saldi in diretta con le “mer..” fake news di Coldiretti!

    Reply
  3. Reagiscono così perchè sentono il fiato sul collo. Il numero dei vegani aumenta e il consumo della carne e del latte crolla inesorabilmente.
    Basta guardare lo scaffale dei supermercati.

    Reply

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Vai alla barra degli strumenti