Vissani uccide Agnelli denunciato!

“Un colpo al cuore!” è così che lo stesso Vissani, nei giorni scorsi, dichiara alla trasmissione “Un giorno da Pecora” in onda su Radio Rai. Ma la legge, come tutti sappiamo, non ammette ignoranza e lo stesso Gianfranco Vissani non si è reso conto di essersi appena dichiarato colpevole di reato!

Lo Chef Gianfranco Vissani noto per la sua battaglia contro i vegani non conosce le leggi dello Stato in cui vive commettendo così un reato perseguibile penalmente!

Il cuoco ha dichiarato di aver ordinato in occasione di Pasqua un certo numero di agnelli e capretti e di averli uccisi con un colpo al cuoreper far sgorgare bene il sangue” prima di macellarli contravvenendo di fatto alle normative sulla macellazione e sui reati di maltrattamenti di animali.

L’Aidaa e La Lega Nazionale per la Difesa del Cane (LNDC), associazioni in difesa degli animali, hanno denunciato lo chef, spiegando in un comunicato che è stata consegnata alle forze dell’ordine una denuncia nei confronti del cuoco Gianfranco Vissani per aver commesso un reato punibile dallo Stato Italiano!

La denuncia nei confronti del cuoco Vissani fa riferimento all’articolo 6 del decreto legislativo 193/2007 e per il reato di maltrattamento di animali ai sensi dell’articolo 544 del codice penale.

Il presidente Aidaa, Lorenzo Croce, ha inoltre chiesto alla procura della repubblica di Roma competente per territorio di verificare se non vi siano delle responsabilità penali anche negli autori e conduttori della trasmissione per non aver specificato che quanto raccontava il Signor Vissani rappresentava una serie di reati penali punibili con il carcere. Aidaa qualora Vissani sarà processato, si costituirà parte civile nel procedimento.

Lo stesso dichiara Piera Rosati, presidente di LNDC, associazione che ha esposto denuncia e si costituirà parte civile.
La redazione di Promiseland ha contattato l’ufficio legale di LNDC per chiedere ulteriori considerazioni sull’accaduto e abbiamo parlato con il Responsabile Nazionale per i diritti animali, nonché coordinatore dell’ufficio legale della Lega Nazionale per la Difesa del Cane, l’Avv. Michele Pezone che ci ha rilasciato questa dichiarazione: 

Ci sono tutti i presupposti per procedere in tribunale e lo abbiamo fatto con una denuncia. Quello che però mi preme di più condividere con voi rispetto a quanto accaduto è condividere un “pensiero personale”. In quanto uomo dotato di umanità e propensione verso un mondo migliore mi chiedo come può una  persona, una figura, che in tv sembra quasi prendere il ruolo di maestro di vita in cucina, dire, a sostegno delle sue azioni, “lo faceva mio padre, non vedo cosa ci sia di sbagliato oggi se lo faccio io…?”. Il Sig. Vissani non si rende conto che in queste sue parole c’è un’ulteriore mancanza di rispetto per un mondo che cambia e con esso la legislatura che guarda ad una tutela maggiore per ogni forma di vita.

La considerazione dell’avvocato Pezone ci fa ulteriormente riflettere sulla figura dello Chef denunciato.

Ci chiediamo come può Vissani, che ha una grande responsabilità sociale, essendo un personaggio pubblico, non rendersi conto che nelle sue parole si cela l’oscura ombra di tempi in cui quel che si faceva non era affatto giusto! Che giustificare tutto attraverso il passato è pura debolezza se non profonda superficialità e ignoranza!

Basta un solo esempio per comprendere il valore di una legislatura in continuo divenire. Basta pensare come un tempo (per nulla giusto diremmo tutti) le donne fossero una proprietà del padre di famiglia e poi del marito, senza alcun diritto di parola o azione. Potremmo però oggi vietare la libertà ad una donna perché “un tempo si faceva così”?

Conosciamo bene come Vissani sia recidivo nello “stuzzicare” gli animalisti ma stavolta non si è reso conto che non ha a che fare con incompetenti e che il rispetto della vita è una cosa seria!

Abbiamo chiesto a Renata Balducci, Presidente di Associazione Vegani Italiani Onlus una dichiarazione in merito all’accaduto e ci risponde:

Vissani ha spesso cercato di essere sotto i riflettori sfruttando l’onda vegan, ma stavolta forse saranno i riflettori del tribunale quelli che potrebbero vederlo sotto una nuova luce. Siamo vicini all’Associazione Aidaa.

Guarda come in occasione della Pasqua 2018 Renata Balducci spiazzava Vissani!

Campagna di Pasqua di AssoVegan per la Pasqua 2019 FELICI COME UNA PASQUA!

  1. Ricordo ancora quando la nostra grandissima presidente Renata Balducci, con calma ed eleganza, spiazzo Vissani in Diretta! Questo video rimarrà nella storia! Vissani denunciato ottima notizia, speriamo si costituiscano parte civile tutte le associazioni animaliste d’Italia !

    Reply
  2. Io lo avevo avvisato che si sarebbe dovuto fare una ragione e dell’esisrrnza Dei vegan … perche non sarebbe stato davvero lui a fermare l’onda di consapevolezza e rispetto per la vita di ogni creatura
    Ed ora si é andato a mettere nei guai da solo , andando praticamente a dichiarare pubblicamente di avere le mani sporche di sangue ….

    Reply
    • Avatar
      Alessandro Monti 24 April 2019, 4:16 pm

      Vissani non si è mai contraddistinto per la sua intelligenza, ma sicuramente per la sua ignoranza e forse anche per la sua scaltrezza…. i tempi passano e non si è accorto che oramai il mondo sta cambiando e lui rappresenta il passato. Un passato tra l’ altro patetico. Peccato, anche stavolta ha perso un’ occasione per essere una persona migliore…..

      Reply

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Skip to toolbar