Consumo d’acqua e cibi animali: numeri da shock

Sentiamo parlare sempre più di impatto ambientale, impronta idrica, climate change, ma quando i numeri parlano chiaro le parole non servono più a nulla e sono i fatti che contano! Su Osservatorio VEGANOK un quadro chiaro sui numeri dell’impatto idrico della produzione di cibi animali.

Ancora una volta vi parliamo di impronta idrica degli alimenti che mettiamo sulla nostra tavola, in particolar modo quelli animali si distinguono per consumi esagerati di acqua. L’unica scelta possibile resta ancora una volta la scelta vegan.

Su Osservatorio VEGANOK si legge che quando si parla di impronta idrica (o water footprint) stiamo facendo riferimento alla quantità totale di acqua dolce impiegata per produrre un bene o un servizio.

Vista la scarsità di risorse idriche che la popolazione mondiale deve affrontare ormai da tempo, si rende necessario analizzare l’impronta idrica legata al nostro consumo alimentare: quali sono gli alimenti che impattano di più sulla disponibilità di risorse idriche, e quali sono i numeri di questo spreco?

I dati sono riportati anche dal network Water Footprint – che si occupa da anni di sensibilizzare l’opinione pubblica sull’argomento – e derivano da uno degli studi più imponenti mai realizzati sul tema impronta idrica: THE GREEN, BLUE AND GREY WATER FOOTPRINT OF FARM ANIMALS AND ANIMAL PRODUCTS.

Quello che emerge in maniera chiara e incontrovertibile è che l’impronta idrica dei prodotti di origine animale è nettamente superiore a quella dei prodotti di origine vegetale. In particolare, l’impronta idrica della carne bovina è molto pesante: per produrre 1 kg di carne bovina occorrono 15415 litri di acqua. Occorrono inoltre:

  • 8763 litri di acqua per un kg di carne di pecora,
  • 5988 litri per un kg di carne di maiale,
  • 4325 litri per un kg di carne di pollo,
  • 3265 litri per un kg di uova,
  • 1020 litri per un litro di latte.

Di contro, dallo studio emerge che occorrono – per esempio – solo 322 litri di acqua per produrre un kg di vegetali o 1644 litri per produrre un kg di cereali.

Leggi l’articolo completo su Osservatorio VEGANOK:

Impronta idrica dei prodotti animali: quali sono i numeri?

Sostieni anche tu la libera informazione!

Scegli per i tuoi acquisti prodotti certificati VEGANOK e invita i tuoi conoscenti a fare lo stesso.
Solo con la partecipazione di tutti potremo fare la differenza per la salvaguardia del pianeta.

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Vai alla barra degli strumenti