Grecia: stop alla macellazione dei cavalli è già legge

Grazie alle battaglie dalle associazioni greche Hellenic Animal Welfare Federation e Ippothesis oggi in Grecia i cavalli sono considerati come cani e gatti, Renata Balducci Presidente Associazione Vegani Italiani Onlus: un risultato davvero rilevante che vogliamo diventi realtà anche nel nostro paese.

E’ già legge, in Grecia dal 29 luglio è infatti stata vietata la macellazione dei cavalli e quindi, come per i cani e i gatti, il loro uso nella produzione di carne, pellame, medicinali e prodotti vari. Il divieto è inserito in un emendamento alla legge del 2012, la 4711 pubblicata nella Gazzetta Ufficiale greca il 29 luglio 2020. In particolare nell’articolo 17 recita: “È vietato l’allevamento e l’utilizzo di animali per i combattimenti e per le attività correlate. È vietato altresì allevare e utilizzare cani, gatti e cavalli per la produzione di pellicce, cuoio, carne o per la fabbricazione di medicinali o altre sostanze”.

LA DETERMINAZIONE DELLE ASSOCIAZIONI ANIMALISTE CAMBIA LE LEGGI: Questa vittoria dimostra ancora una volta quanto sia importante il mondo dell’associazionismo,  e di come si possa davvero entrare nella storia, lottando per i diritti degli animali che non possono e non potranno mai difendersi senza l’aiuto dell’uomo. Le associazioni greche Hellenic Animal Welfare Federation e Ippothesis, nel contesto dell’emergenza Covid-19 e degli scandali della carne equina con i relativi pericoli per la salute umana, sono riuscite prima a fare pressione sul ministro dell’agricoltura e poi a ottenere il favore del parlamento ellenico.

Sonny Richichi, presidente IHP : Desidero congratularmi con Irini Molfessi, presidentessa della Hellenic Animal Welfare Federation, e con Rosa Rousseau, presidentessa di Ippothesis, per il grande risultato raggiunto. Collaboreremo in futuro anche con loro, come già facciamo con diverse associazioni in Europa e in altri continenti, per rafforzare la rete a difesa di questi animali.
Anche in Italia puntiamo a un obiettivo simile, sebbene partiamo da una situazione completamente diversa: da noi, a differenza della Grecia, c’è un grande consumo di carne di cavallo, alimentato da falsi miti e tradizioni becere, tanto da rendere il nostro Paese il primo in Europa sia per macellazioni di cavalli che per consumo di carne anche importata dall’estero. Il nostro cammino sarà molto più arduo, visti gli enormi interessi in gioco, ma siamo fortemente determinati”

Renata Balducci Presidente Associazione Vegani Italiani Onlus da sempre a fianco di IHP Italian Horse Protection Onlus :Importantissima tappa nel cammino per il riconoscimento dei diritti animali. Un risultato davvero rilevante che vogliamo diventi realtà anche nel nostro paese. Siamo consapevoli che in Italia il consumo di carne di cavallo non sia affatto marginale ma il caso della Grecia fornisce l’opportunità concreta di aprire anche qui un dibattito proficuo sul divieto di macellazione. Il lavoro delle associazioni greche è stato determinante per il raggiungimento dell’obiettivo, segno che il lavoro sul campo fatto di divulgazione e pressione a livello pubblico e politico porta a dei risultati tangibili. L’esperienza greca mostra come passo dopo passo possiamo tracciare il nostro percorso verso la fine dello sfruttamento animale e possiamo farlo se ci poniamo dei traguardi specifici, definiti e se ci impegnamo anche a diffondere i risultati di chi nel mondo sta lavorando alacremente per cambiare le cose. Qui in Italia c’è molto da fare, molte barriere da abbattere sia su un piano culturale che di dinamiche di consumo per far attecchire nuove consapevolezze ma non ci fermiamo e andiamo avanti con dedizione. Auspichiamo ad lavoro coordinato e congiunto di tutte le realtà che si occupano di diritti animali per raggiungere il nostro fine ultimo.”

 

 

Sostieni anche tu la libera informazione!

Scegli per i tuoi acquisti prodotti certificati VEGANOK e invita i tuoi conoscenti a fare lo stesso.
Solo con la partecipazione di tutti potremo fare la differenza per la salvaguardia del pianeta.

  1. Ogni giorno vorrei svegliarmi e leggere notizie come questa per tutti gli animali ….

    Reply
  2. Avatar
    Gian Maria Cavalieri 10 Agosto 2020, 10:17 pm

    Ottima, stupenda notizia!
    Speriamo accada presto anche in Italia.

    Reply

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Vai alla barra degli strumenti