Guinness World Record ad Alessia Citti, un’amica vegana!

Un celebre scrittore italiano diceva “Ricordati di osare sempre” e c’è chi ha seguito il suo insegnamento alla lettera. Alessia Citti, una nostra giovane amica vegana, è riuscita a realizzare uno dei suoi sogni più ambiziosi: entrare nel Guinness dei Primati con la collezione di pecore più grande al mondo. L’abbiamo intervistata per farci raccontare questa storia da record!

Il Guinness dei Primati con la collezione di pecore più grande al mondo è di Alessia Citti, vegana e cara amica di VEGANOK Network che abbiamo voluto intervistare per farci raccontare cosa si prova a ricevere un premio da record che non è stato per nulla facile ottenere.

Come riportato sul sito ufficiale del Guinness World Records, il raggiungimento di questo importante primato risale al 19 febbraio 2017, con un “gregge” che, in oltre vent’anni di ricerche indefesse, ha radunato ben 1822 esemplari, pecorelle di ogni grandezza e materiale (derivati animali esclusi).

In realtà, come spiega la stessa collezionista detentrice del record, il 19 febbraio 2017 rappresenta soltanto la data d’inizio di una lunga storia, che l’ha portata a questo prestigioso traguardo: «Affinché la mia collezione fosse effettivamente reale e certificata, ho dovuto seguire una procedura molto rigida e persino stressante: oltre alla dichiarazione scritta di due miei negozi di giocattoli di fiducia (che non smetterò mai di ringraziare…) ho dovuto creare un database, in costante aggiornamento, per schedare ogni singola pecora con relativa foto…».

Con il suo racconto, Alessia continua a parlarci della raccolta di “prove concrete”, richieste dall’eccentrica azienda inglese, per dimostrare la veridicità del record: «La parte in assoluto più difficile è stata la creazione del materiale video: con il mio smartphone, mi sono improvvisata regista e attrice contemporaneamente e ho contato le pecore una ad una, realizzando più di venti video per un totale di oltre un’ora di registrazioni… pensavo seriamente di non riuscire nell’impresa».

E, invece, tutti i documenti, rigorosamente in inglese, sono stati ultimati e spediti.

Poi, il 2 marzo 2018, dal Guinness giunse la bella notizia: la collezione era stata approvata, superando il precedente record.

La vicenda sembrerebbe così conclusa ma, in verità, il bello doveva ancora arrivare: «Nel giugno del 2018» rivela la collezionista «fui contattata dallo stesso Guinness World Records per un servizio fotografico a casa mia, con le mie pecore: le foto sarebbero comparse sul libro del Guinness World Records del 2020; subito pensai a una truffa o a un esoso investimento economico.

Accettai con molte riserve e preoccupazioni, ma mi sbagliavo: ai primi di agosto mi sono ritrovata a fare da “modella” insieme alle mie pecore, con un’attrezzatura digitale d’avanguardia, relazionandomi con persone professionali e adorabili… e tutto a costo zero!».

«Ad oltre un anno di distanza da quella giornata indimenticabile, ora che il segreto editoriale si è finalmente esaurito» conclude Alessia «ho deciso di condividere sui social media le foto migliori di quell’incredibile photo shoot: il libro in versione italiana, edito dalla Mondadori, è uscito da pochi giorni e non vedo l’ora di vedere quanto spazio mi è stato riservato in esso…
Intanto, nella mia casa sempre più caotica, le pecore, a periodi alterni, continuano ad aumentare, tant’è che ho superato da poco il traguardo delle 2100 unità… fra non molto dovrò iniziare a sistemare le pecore sul soffitto della mia camera per mancanza di spazio» afferma sorridendo.

«Al momento ho una sola certezza, niente più rinnovo del record: non ho la minima intenzione di contare le pecore da capo e totalizzare altre due ore di registrazioni!».

Questa è una storia bizzarra, che a molti potrebbe sembrare folle, ma non è in questo modo che va interpretata: ognuno può fare la sua parte, chiunque può, nel suo piccolo, diventare qualcuno senza sgomitare né cedere ai ricatti, alla violenza o ai loschi giochi di potere.

E trovare le grandi soddisfazioni in un percorso fedele e appassionato, che forgia l’identità di un’intera esistenza.

Photo Credit: Jon Enoch/Guinness World Records
Alessia Citti – Largest Collection Of Sheep Related Items
Guinness World Records 2020

  1. Fantastica storia! Alessia hai dimostrato caparbietà e voglia di rendere un sogno realtà, con l’obiettivo di sensibilizzare con un oggetto simbolico, un peluche di pecorella, l’opinione pubblica sulla sfruttamento animale. Grazie!

    Reply
  2. Avatar

    Una meraviglia! CONGRATULATIONS Alessia per questa splendida STORIA e grande SOGNO che hai compiuto e che continui a realizzare ancora di piu’ con tanta PASSIONE e DEDIZIONE.

    Reply

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Skip to toolbar