I Campi sceglie VEGANOK!

I Campi, vini “d’alta quota” nati dalla determinazione di grandi imprenditori con la passione per la vigna.

La viticoltura in altitudine è croce e delizia per il produttore di vino. É una sfida che deve essere intrapresa per ottenere uve di alta qualità e freschezza. Flavio Prà, giovane enologo veronese che vanta numerose e prestigiose consulenze con le più importanti aziende vitivinicole del Veneto e d’Italia, ha scelto di piantare il suo nuovo vigneto a più di 500 metri di altitudine in Val D’Illasi. Queste vigne, circondate dai boschi, si trovano in un paradiso di biodiversità e l’escursione termica che si crea, dona dei sentori particolari alle uve.

Assaggiando le uve prima della raccolta, queste sono completamente diverse da un punto di vista aromatico, donando croccantezza e note fruttate e pepate di grande finezza.

Cosa significa viticoltura di montagna?

Tutti i vigneti si collocano a partire da 250 metri d’altitudine ma soprattutto risentono in maniera decisiva della vicinanza dei Lessini, sia per quel che riguarda la storia geologia di erosione, dilavamento e rimescolamento dei terreni, soprattutto per quel che riguarda l’impatto climatico. Una viticoltura inoltre che, soprattutto nel caso del Campo Marna 500 sfrutta pendenze molto importanti anche dell’ordine del 30 – 35 % con presenza in alcuni casi di terrazzamenti di contenimento del territorio. Il nome di questo vigneto è molto significativo e racconta di un sito collocato a circa 200 metri su un piccolo vulcano sottomarino dell’Eocene di circa 50 – 60 milioni di anni fa.
Alcuni dei vini dell’azienda oggi vengono certificati VEGANOK, per andare incontro alle richieste di consumatori vegan, che cercano un vino con soli ingredienti di origine vegetale e chiarificato senza albumina.
Soave DOC “Campo Base”: il nome stesso del vino lo dice “Base”, perché tutto parte da qui, dalla delicata eleganza dell’uva Garganega si ottiene questo Soave ricco di stile e piacevolezza. Un vino dal profumo intenso di fiori bianchi, morbido in bocca, delicato e caratterizzato da un finale leggermente amarognolo. Sostanziale freschezza e sapidità che infondono a questo vino una giovanile bevibilità.
Soave Classico DOC “Campo Vulcano”: è il nome di questo Soave che rimanda subito all’origine vulcanica del suolo da cui proviene. Coltivato nella zona Classica delle colline di Monteforte d’Alpone è il frutto di un’accurata selezione di uve Garganega e Trebbiano di Soave. L’uva Garganega è di quelle dorate con una bella intensità di profumi e aromi. Sensazioni fruttate agrumate intense e piacevolezze esotiche. Ottima bevibilità, freschezza, sapidità ed armonia al palato.

 Scopri qui i vini “I Campi”certificati VEGANOK

Sostieni anche tu la libera informazione!

Scegli per i tuoi acquisti prodotti certificati VEGANOK e invita i tuoi conoscenti a fare lo stesso.
Solo con la partecipazione di tutti potremo fare la differenza per la salvaguardia del pianeta.

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Vai alla barra degli strumenti