Impossible Foods: arriva l’Impossible Pork!

L’azienda californiana Impossible Foods, ormai famosa per i suoi sostituti della carne e del pesce è andata oltre, replicando la carne di maiale con i suoi sostituti plant based. Un’innovazione che guarda al futuro!

Il nome Impossible Pork è chiaramente provocatorio, ma è forse il modo migliore di farsi strada in quello che è un mercato in continua espansione, quello del food vegetale, settore che punta non tanto ai vegani ma proprio a quelle persone che non sanno rinunciare al cibo tradizionale e che però avendo un’alternativa valida lo farebbero.

Su Osservatorio VEGANOK si legge: l’azienda californiana è andata oltre, replicando la carne di maiale con i suoi sostituti plant based: un’innovazione importante non solo per il prodotto in sé, ma anche e sopratutto per gli scenari economici che si prospettano.

Ma quali sono gli scenari economici dei sostituti della carne?

Il mercato globale sta accogliendo prodotti sempre più specifici e sempre più targettizzati, a riprova del fatto che le alternative ai prodotti animali non sono una “moda” passeggera destinata a spegnersi a breve, ma piuttosto la realtà alimentare del prossimo futuro.

Un futuro in cui si colloca la mission di Impossible Foods, chiara fin dall’inizio e più volte ribadita anche da Brown: il mercato alimentare globale necessita di un cambiamento rivoluzionario e l’azienda californiana vorrebbe tentare di sostituire ogni alimento a base di animali ancora sul mercato entro il 2035.

Approfondimento su Osservatorio VEGANOK

Leggi anche:

La rivoluzione plant based avanza: Impossible Foods ottiene un premio nella categoria “Planetary Health” dall’ONU

  1. Avatar

    Si ma che nome orribile

    Reply
  2. Lo spot e’ straordinario sono geniali non ci sono dubbi!!!

    Reply
  3. A me sembra che stiamo un po’ esagerando… l’umanità quando capirà che si può mangiare bene anche mangiando solo vegetale senza tentare di scimmiottare continuamente i piatti di origine animale?

    Reply
  4. Avatar
    Gian Maria Cavalieri 21 Gennaio 2020, 12:06 pm

    Ben vengano questi sostituti se possono “aiutare” chi ancora mangia carne.

    Reply
  5. Avatar

    che assirdità

    Reply

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Vai alla barra degli strumenti