Napoli, uno scooter traina un cavallo su strada asfaltata

Ennesima vittima dell’ingiustizia di un Paese che non infligge pene severe a chi maltratta gli animali. Questa volta è toccata ad un cavallo trainato con uno scooter su una strada asfaltata.

È arrivata alla redazione di Promiseland una denuncia che vede l’ennesima vittima animale esserne protagonista.

Come da Comunicato:

” Animalisti Italiani denuncia: Napoli, un cavallo trainato da uno scooter su strada asfaltata.

“Un cavallo trainato da uno scooter. È l’ennesimo maltrattamento di animali a cui assistiamo. Ogni giorno una nuova vittima. La legge non viene rispettata e i diritti dei senza voce calpestati. Il motivo per cui il mondo oggi è nel caos è che si amano le cose e si usano gli esseri viventi. Bisogna fermare questa ondata di violenza. Con forza chiediamo a gran voce al Governo e alle Istituzioni di monitorare questo genere di reati e di inasprire le penerendendole più adeguate agli illeciti commessi. Da tempo, portiamo avanti una petizione proprio per raggiungere questo importante obiettivo”, afferma Walter Caporale, Presidente degli Animalisti Italiani, in reazione a quanto accaduto.

L’episodio indegno è avvenuto in Campania ed è stato segnalato da un cittadino al Consigliere Regionale di Europa Verde Francesco Emilio Borrelli, prontamente supportato dalla delegata dell’associazione Animalisti Italiani della città di Napoli, Maria Luisa Gentile, che ha dichiarato: “Incredibile e raccapricciante che nel terzo millennio avvengano ancora episodi simili che condanniamo nella maniera più assoluta. Affianchiamo il Consigliere Borrelli in questa denuncia, certi gesti non possono restare impuniti”.

L’associazione Animalisti Italiani si sta organizzando, in sinergia con il Consigliere Borriello, per tutelare i diritti del povero animale. Il video che riprende il vile gesto è stato inviato alle autorità per relativa denuncia.

La tristezza, la sofferenza che si leggono negli occhi dei cavalli sono il nostro dolore, la nostra sconfitta e la vittoria della prevaricazione e del potere sulla giustizia.
I cavalli vengono costretti spesso a fatiche e lavori insopportabili, sfruttati in corse clandestine e attività illegali. Il nostro compito è tutelare il benessere degli equidi sottoposti ad inutili sofferenze e lo faremo senza farci intimidire dalle opposizioni. ”

La redazione di Promiseland.it in merito esprime il suo sostegno alle Associazioni che ogni giorno sono impegnate in una “battaglia” continua per i diritti animali.

Sostieni anche tu la libera informazione!

Scegli per i tuoi acquisti prodotti certificati VEGANOK e invita i tuoi conoscenti a fare lo stesso.
Solo con la partecipazione di tutti potremo fare la differenza per la salvaguardia del pianeta.

  1. Gian Maria Cavalieri 26 Gennaio 2021, 8:46 am

    Come al solito, la “punizione” sarà una pacca sulla spalla e via.
    Che disgusto…

    Reply
  2. Vicenda che ha dell’incredibile, senza parole!

    Reply
  3. Una vergogna, non c’è altro da dire.

    Reply
  4. Bisogna aspettare il prossimo Governo pe un inasprimento delle pene per maltrattamento.. Che sia veloce questo cambio di gestione governativa, che la pazienza ha un limite in tutto..

    Reply
  5. “Il Governo Draghi”(Mario Draghi ha anche un cane a cui e’ molto legato) si attivi per formulare una legge che inasprisca le pene contro il maltrattamento degli animali .Non esiste solo l’ambiente!!!!!!

    Reply

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Vai alla barra degli strumenti