The OldCages: due fratelli che sognano un futuro migliore

Si chiamano Samuel e Ysabel 6 anni fa decisero di cambiare la loro vita diventando vegan. The OldCages è il loro progetto nato per continuare a sperare in un futuro migliore.

Oggi vogliamo raccontarvi  la storia di due fratelli che hanno deciso di dedicare la loro vita alla diffusione etica vegan attraverso video. “The OldCages” rappresenta due giovani ragazzi, pieni di sogni e di speranze per un futuro migliore, fatto di animali finalmente liberi di vivere. Samuel e Ysabel girano immagini, intervistano e confezionano prodotti video davvero straordinari, passano ore e giorni a lavorare su clip anche di pochi minuti,  per arrivare all’obiettivo: far riflettere coloro che li guarderanno.

I video non sono destinati certamente ai vegani, loro la scelta l’hanno già fatta, ma possono essere utili ai vegani che potranno condividerli con amici e parenti onnivori.

Abbiamo intervistato gli ideatori di The OldCages, per conoscerli meglio:

Cosa fanno Samuel e Ysabel Trapanotto nella vita?

Siamo due persone che circa 6 anni fa hanno rivoluzionato la propria vita, facendo una scelta di quelle da cui poi, non torni più indietro.

Come nasce The OldCages?

The OldCages nasce inizialmente come un progetto culinario..quindi video-ricette per mostrare alle persone la nostra scelta vegan in cucina, ma poi quando abbiamo iniziato a fare attivismo di strada ci sono frullate in testa tante altre idee, la voglia di raccontarci, la voglia di provare a esprimere attraverso dei video lo sfruttamento animale e tutte le conseguenze ambientali connesse a questo sistema.

A cosa serve il vostro progetto?

Noi vorremmo servisse ad aprire un dibattito interiore, portare sotto i riflettori ciò di cui nessuno vuol parlare, quelle verità scomode che poi annegano in un..non voglio sapere, è assolutamente necessario essere consapevoli di CHI stai mangiando

Avete anche un canale you tube?

Sì abbiamo anche il canale YouTube, anche se in realtà le maggior parte delle nostre interazioni sono su Facebook.

C’è stato qualche onnivoro che è diventato vegan grazie ai vostri video? E qualche vegetariano?

Sì è successo..quando ti arriva quella chiamata quel messaggio e ti dicono da onnivoro divento vegan, grazie per quello che state facendo! Beh allora lì partono i cori da stadio dalla felicità.

Come è cambiata la vostra vita, a livello sociale, da quando siete diventati vegan?

La nostra vita sociale è cambiata parecchio..perché purtroppo non tutti capiscono questa scelta e spesso vieni considerato come un’ estremista, ma in realtà tra l’attivismo social e l’attivismo di strada abbiamo anche conosciuto molte persone con cui condividiamo lo stesso amore incondizionato per gli animali e poi ci sono gli amici quelli del cuore, quelli che non ti abbandonano mai nonostante visioni diverse.

Siete a cena con amici onnivori, ce la fate a mangiare accanto ad uno di loro che ordina agnello-vitello-bistecca-spezzatino?

Noi per ovviare al problema abbiamo deciso da qualche anno di rinunciare a cene dove potremmo trovarci in questa situazione, quindi simpaticamente obblighiamo tutti a mangiare vegan se ci siamo noi a tavola. Quindi Natale vegan, Pasqua vegan, compleanni vegan.

Avete la possibilità di trasmettere un film/documentario in una scuola elementare, quale scegliete?

I bambini amano gli animali perché sono i loro supereroi, quindi magari un film come “Mucche alla riscossa” e poi con tanta dolcezza e tatto proveremmo a spiegare loro perché diventano cibo.

Cosa pensate della televisione italiana ?

Siamo esenti da questo meccanismo, perché abbiamo deciso di non averla a casa. Non pensiamo quasi nulla a riguardo se non che a volte serve a “shakerare” cervelli nella disinformazione.

Il vostro sogno nel cassetto?

Il nostro è un sogno folle, così come è la mente di sognatore, è quello di far sentire il fresco profumo della libertà ad ogni animale sulla faccia di questo pianeta.

Auguriamo a questi giovani ragazzi, di arrivare al cuore di tante persone che purtroppo ancora oggi continuano a mettere nel carrello o nel loro piatto, “qualcuno” e non “qualcosa”, e questo solo perché inconsapevoli di ciò che c’è dietro.

Questo progetto è di fondamentale importanza, per questo la nostra redazione ha deciso di promuovere ciò che stanno realizzando Samule e Ysabel, perché quando dietro alla voglia di cambiare il mondo ci sono persone che ci credono veramente, tutti abbiamo il dovere di passare parola, di condividere, di veicolare ciò che può aiutare a dar voce a chi non ne ha.

 

 

 

  1. Avatar

    Bellissimo esempio di scelta di vita

    Reply
  2. Avatar
    Melania Ghibaudo 30 Marzo 2020, 6:30 pm

    Ysabel e Samuel sono splendidi 💚li conosco personalmente grazie all’attivismo da strada… Educati, simpatici, ironici e impegnati al 100 %in quello che fanno.. Molto professionali..

    Reply
  3. Ma che belli! Bravi… mi riempite il cuore di gioia!

    Reply
  4. Avatar

    Questi esempi riempiono il cuore in momenti tristi come questi

    Reply
  5. Avatar
    Gian Maria Cavalieri 31 Marzo 2020, 9:40 am

    Bravissimi!

    Reply

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Vai alla barra degli strumenti