VEGANOK TG News: alle Olimpiadi moltissimi atleti vegani!

Gli atleti vegani alle olimpiadi hanno dimostrato come un’alimentazione 100% vegetale sia compatibile con lo sport ad altissimi livelli- I cambiamenti climatici non sono mai stati così veloci e i loro effetti sono già in parte irreversibili- La tendenza dei consumatori è verso acquisti sostenibili- Si è svolta la Giornata Internazionale della Birra bevanda più consumata dopo le riaperture post pandemia.

Le Olimpiadi hanno visto protagonisti diversi atleti vegani, che hanno dimostrato come un’alimentazione plant-based sia compatibile con lo sport praticato ai massimi livelli. Micky Papa, alla sua prima Olimpiade con lo skateboard e vegano da un paio di anni, e la 31enne polacca Amelia Brodka, vegan da 10 anni. Novak Djoković tennista che ha vinto a luglio il suo 6°wimbledon ,il ciclista BMX free style Perris Benegas, C’è poi Alex Morgan, calciatrice 32enne del Team USA è stata nominata “FIFA World Player of the Year” e “US Player of the Year” la schermitrice Vivian Kong e molti altri.

I cambiamenti climatici non sono mai stati così veloci e i loro effetti sono già in parte irreversibili. Secondo gli esperti, nel 2019 la concentrazione di CO2 presente nell’atmosfera era la più elevata degli ultimi 2 milioni di anni, e quella di metano e biossido di azoto, i due principali gas serra, la più elevata degli ultimi 800.000 anni. Negli ultimi 50 anni la temperatura della Terra è cresciuta a una velocità che non ha eguali negli ultimi 2.000 anni; anche l’aumento medio del livello del mare è cresciuto a una velocità impressionante, mai vista negli ultimi 3000 anni. La speranza, è di contenere il più possibile i danni, ma è chiaro che bisogna agire in fretta.

La tendenza dei consumatori è verso acquisti sostenibili, sia nel settore alimentare che in quello cosmetico con particolare attenzione alla sicurezza, all’assenza di plastica e all’impiego di materie prime a km zero. In linea con la tendenza del 2020, anche nel 2021 si registra un’ulteriore crescita degli acquisti bio. Nel settore alimentare, i Trend Bio Bank parlano di una “fuga dai cibi ultra-trasformati o zuccherati”, con una predilezione per quelli che rafforzano il sistema immunitario. Parlando di cosmesi, si conferma il boom dei cosmetici solidi, che richiamano alla mente la classica saponetta ma che in realtà sono formulati con ingredienti che rispondono alle specifiche esigenze di ogni parte del corpo.

Si è svolta la Giornata Internazionale della Birra, una delle bevande più antiche che il mondo abbia mai conosciuto. La birra è stata la bevanda più consumata nei mesi delle riaperture di bar, pub e ristoranti, con il 61% delle preferenze, battendo perfino il vino (38%) e il caffè (43%). Va ricordato che non tutte le birre e vini sono vegan, perché  spesso il processo di chiarificazione viene effettuato utilizzando coadiuvanti tecnologici come caseine, gelatine animali, sangue di bue e altre sostanze più specifiche incompatibili con la scelta vegan.

 

Sostieni anche tu la libera informazione!

Scegli per i tuoi acquisti prodotti certificati VEGANOK e invita i tuoi conoscenti a fare lo stesso.
Solo con la partecipazione di tutti potremo fare la differenza per la salvaguardia del pianeta.

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Vai alla barra degli strumenti