VEGANOK TG News: Anche 2 italiani tra i vincitori del premio per la ricerca senza sperimentazione animale

Ci sono anche due italiani tra i vincitori del premio per la ricerca senza sperimentazione animale Lush Prize 2020- Le emissioni inquinanti legate al sistema alimentare globale potrebbero mandare a monte gli obiettivi stabiliti nel 2015 con l’accordo di Parigi sul clima- Continua l’ascesa del settore biologico, che in Europa vale 40,7 miliardi di euro e che in Italia è trainato dalla Gdo- McPlant è il panino vegetale di McDonald’s arriverà nei menu il prossimo anno e sarà a base di “carne vegetale”.

Ci sono anche due italiani tra i vincitori del premio per la ricerca senza sperimentazione animale Lush Prize 2020. Si tratta del Dott. Domenico Gadaleta, e del Dott.Edoardo Carnesecchi. Entrambi hanno partecipato nella categoria “Giovani Ricercatori” e hanno ricevuto un premio di 10 mila sterline. Il premio Lush è frutto di una collaborazione tra la nota marca cosmetica e l’Ethical Consumer Research Association (Associazione di ricerca sul consumo etico); fin dal 2012 mette a disposizione un fondo annuale – che dal 2018 è diventato biennale – da 250 mila sterline per finanziare una ricerca scientifica alternativa a quella che coinvolge da sempre gli animali. 

Le emissioni inquinanti legate al sistema alimentare globale potrebbero mandare a monte gli obiettivi stabiliti nel 2015 con l’accordo di Parigi sul clima. Ad affermarlo è uno studio realizzato da un team di ricercatori dell’Università di Oxford. L’accordo di Parigi è il primo accordo universale e giuridicamente vincolante con lo scopo di contrastare i cambiamenti climatici. Gli esperti concordano nell’affermare che per raggiungere questi obiettivi è necessario ridurre rapidamente e in maniera sensibile l’emissione di gas serra, il che finora si è tradotto nel tentativo di ridurre le emissioni legate alla produzione di energia elettrica, ai trasporti e all’industria. 

Continua l’ascesa del settore biologico, che in Europa vale 40,7 miliardi di euro e che in Italia è trainato dalla Gdo. Lo confermano i dati forniti nella pubblicazione “Focus Bio Bank – Supermercati & Specializzati 2020“, giunta alla sua quarta edizione ed elaborata sulla base delle informazioni raccolte da Bio Bank in fatto di alimentazione e cosmesi bio. In dieci anni, gli scaffali della grande distribuzione in Italia sono diventati la forza motrice delle vendite del biologico, tanto che la loro quota di mercato è salita dal 27 al 47% sul totale del mercato interno. Solo quest’anno le vendite di alimenti biologici hanno raggiunto il valore di 2 miliardi di euro in Gdo, pari al 69% del mercato interno. 

McPlant è il panino vegetale di McDonald’s Arriverà nei menu il prossimo anno e sarà a base di “carne vegetale”. Ci sono dubbi sul fornitore, che parrebbe essere però Beyond Meat. Il suo lancio ufficiale è previsto per il 2021, ma il McPlant fa già parlare (molto) di sé. Il panino “green” a base di “carne vegetale” farà il suo ingresso nei menu della celeberrima catena di fast food a un anno di distanza da quando l’altro colosso della ristorazione “fast”, Burger King, ha lanciato in Europa il suo panino senza carne

Sostieni anche tu la libera informazione!

Scegli per i tuoi acquisti prodotti certificati VEGANOK e invita i tuoi conoscenti a fare lo stesso.
Solo con la partecipazione di tutti potremo fare la differenza per la salvaguardia del pianeta.

  1. Avatar
    Gian Maria Cavalieri 19 Novembre 2020, 8:05 am

    Edizione molto interessante.
    Ottima la notizia dei due ricercatori italiani.

    Reply
  2. Interessanti notizie, la rivoluzione vegetale si afferma sempre più

    Reply
  3. Avatar

    VEGANOK TG News! Sempre notizie molto interessanti! Lavoro ben fatto 🙂

    Reply
  4. Avatar

    evviva la ricerca senza vivisezione

    Reply
  5. Possano essere di esempio per i tanti ancora succubi di vecchi modi ormai discutibili di fare sperimentazione!

    Reply

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Vai alla barra degli strumenti