VEGANOK TG News: IKEA lancia le polpette vegetali che “sanno di carne” per essere più sostenibile

IKEA sempre più sostenibile lancia le polpette vegetali pensate per la clientela onnivora o flexitarian che difficilmente rinuncia alla carne- Le emissioni annuali di gas a effetto serra sono aumentate di quasi il 10% negli ultimi due decenni, trainate da agricoltura e industria del gas- L’emergenza Coronavirus e crisi economica ecco la percezione dell’aumento dei prezzi da parte dei consumatori- Vetrina Bio Bank 2020 vegetariani e vegani sono sempre di più e le aziende si stanno organizzando.

Le emissioni annuali di gas a effetto serra sono aumentate di quasi il 10% negli ultimi due decenni, trainate da agricoltura e industria del gas. L’allevamento di bestiame e la produzione di petrolio e gas sono chiaramente due motori che alimentano questo sostanziale incremento afferma Robert Jackson, ricercatore di sistemi terrestri presso la Stanford University in California. I rapporti rilevano che le emissioni sono aumentate soprattutto in Africa, Medio Oriente, Cina e Asia meridionale. L’Europa è l’unica regione in cui le emissioni di metano sembrano essere diminuite negli ultimi anni, grazie al calo del numero di capi di bestiame e agli sforzi politici volti a ridurre le emissioni come le discariche e il letame.

E proprio per aiutare a ridurre le emissioni di gas serra, Ikea lancia le polpette vegetali che “sanno di carne. Ikea non è nuova all’introduzione nei propri store di alimenti vegetali – già nel 2015 aveva lanciato delle polpette a base di verdura e a seguire alcune alternative plant-based come gelati e hot dog – ma questa volta siamo di fronte a un prodotto vegetale “che va oltre”; le nuove polpette – a base di proteine ​​di piselli, avena, mele e patate –  sono pensate per ricreare il gusto e la consistenza delle polpette di carne che rappresentano un classico della ristorazione Ikea in tutto il mondo, ma con un impatto ambientale decisamente ridotto. la polpetta che sa di carne ha lo scopo di richiamare i sapori del piatto classico, per la clientela onnivora o flexitarian che difficilmente rinuncia alla carne. Il nuovo piatto sarà disponibile nei ristoranti e alla Bottega Svedese degli store d’Europa a partire dal prossimo 3 agosto e nei negozi Ikea in Nord America, Medio Oriente e nella regione dell’Asia del Pacifico un paio di mesi dopo.

L’emergenza Coronavirus ha portato con sé anche una crisi economica che ha coinvolto quasi tutti i settori, e la percezione dell’aumento dei prezzi da parte dei consumatori è un argomento interessante: se per il 61% degli intervistati la quantità della spesa media non è cambiata rispetto a prima del lockdown, ben il 58% ritiene di aver riscontrato un aumento dei prezzi dei generi alimentari: aumentati “di molto” per il 14% delle persone coinvolte e “di poco” per il 44%; solo il 6% degli intervistati ha percepito in questo periodo una diminuzione dei prezzi. L’aumento dei prezzi più consistente è percepito per la frutta (74%) e la verdura (70%), ma anche per la carne (55%) e il pesce (44%). Nonostante questo, i generi alimentari più acquistati rimangono gli alimenti vegetali

Bio Bank, la banca dati del biologico italiano dal 1993, ha da poco pubblicato la rassegna Vetrina Bio Bank 2020. Tra i trend trasversali individuati quest’anno, impossibile non fare riferimento al “veg”: vegetariani e vegani sono sempre di più – i dati Eurispes 2020 parlano dell’8,9% della popolazione italiana, un massimo storico – e le aziende in ogni contesto si stanno adattando a questo cambiamento dei consumi. Il futuro è plant-based e lo dimostra la richiesta crescente di alimenti e prodotti per la cura della persona che siano animal-free e sostenibili, tanto più che già da ora le diete 100% vegetali stanno diventando il “new normal” anche per i consumatori che non hanno abbracciato la scelta di vita vegana, ma che scelgono referenze plant-based nella loro routine alimentare e non solo.

Per maggiori in formazioni vai su osservatorioveganok.com

Guarda tutte le puntate di VEGANOK TG News qui!

Sostieni anche tu la libera informazione!

Scegli per i tuoi acquisti prodotti certificati VEGANOK e invita i tuoi conoscenti a fare lo stesso.
Solo con la partecipazione di tutti potremo fare la differenza per la salvaguardia del pianeta.

  1. Vegetariani e vegani sono sempre di più! Evviva!

    Reply
  2. Avatar
    Gian Maria Cavalieri 23 Luglio 2020, 1:33 pm

    Notizie interessanti come sempre. Ottima la notizia dell’aumento della popolazione veg.

    Reply
  3. Io ho provato quelle di verdure, sono proprio curiosa di provare queste 😉

    Reply

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Vai alla barra degli strumenti