VEGANOK TG News: in Germania sarà aperto un ristorante della catena Burger King totalmente senza carne

In Germania sarà aperto un ristorante della catena Burger King totalmente senza carne sostituita con quella vegetale- Il Parlamento Europeo respinge l’emendamento 171 in materia di milk sounding- Il foie gras è stato messo definitivamente al bando dal Governo britannico- Greta Thunberg in “For Nature” il cortometraggio che fa riflettere.

Per un breve periodo di tempo, in Germania sarà aperto un ristorante della catena Burger King totalmente senza carne sostituita con quella vegetale. Se l’iniziativa avrà successo, potrebbe presto riguardare anche altri Paesi in maniera permanente. Il nuovo fast food aprirà i battenti dal 7 all’11 giugno a Colonia. In questa occasione, Burger King presenterà ai clienti tedeschi anche il nuovo Vegan Royale, la versione vegetale del suo iconico Chicken Royal: un sandwich a base di “pollo vegetale” servito con maionese vegana, all’interno di un panino ricoperto di semi di sesamo.Non è ancora chiaro se nella nuova sede temporanea di Colonia anche i condimenti saranno 100% vegetali o verranno servite anche salse a base di latticini e uova.

Il Parlamento Europeo ha respinto l’approvazione dell’emendamento 171 in materia di milk sounding, che avrebbe rappresentato una vera e propria censura sui prodotti vegetali, impedendo l’uso in etichetta di termini come “simil yogurt” o “sostituto del formaggio” e più in generale, qualsiasi riferimento o evocazione a termini riferiti a prodotti caseari; questo significa anche nessun riferimento al lattosio o alla sua assenza, mettendo così in potenziale pericolo i consumatori con allergie. Gli europarlamentari hanno quindi respinto l’approvazione di norme ancora più severe, che avrebbero potuto danneggiare un settore alimentare in espansione, tra l’altro in linea con le politiche di sostenibilità lanciate dall’Europa

Il foie gras è stato messo definitivamente al bando dal Governo britannico oltre che vietare la produzione sul territorio già da diverso tempo, ora c’è anche il divieto di importarlo da altri Paesi. Producono ancora foie gras Francia, Bulgaria, Spagna, Ungheria e Belgio mentre è vietata la produzione in Argentina – Austria – California (us)* – Repubblica Ceca – Danimarca – Regno Unito – Finlandia – Germania – Olanda – Italia – Irlanda – Israele – Lussemburgo – Norvegia – Polonia – Svezia – Svizzera – Turchia. India e California, e la città di New York, ne hanno vietato anche la distribuzione.

Nel cortometraggio “For Nature” pubblicato su Instagram pochi giorni fa, e che ad oggi ha già superato un milione di visualizzazioni Greta Thunberg ci spiega perché la crisi ambientale è una terribile minaccia, ma anche una grande opportunità di cambiamento. Greta parla di crisi climatica, crisi ecologica ma anche crisi sanitaria, e della loro interconnessione ricordando che malattie come le sars, l’influenza aviaria, l’influenza suina, l’ebola sono zoonosi, malattie derivanti da un contatto animale-uomo. Oggi dice Greta, oltre il 75% delle malattie infettive nuove o emergenti provengono da animali, principalmente dal commercio di animali selvatici e dall’allevamento industriale, Greta invita dunque a seguire un’alimentazione vegetale per salvare noi e il nostro Pianeta.

FONTE: www.osservatorioveganok.com

Sostieni anche tu la libera informazione!

Scegli per i tuoi acquisti prodotti certificati VEGANOK e invita i tuoi conoscenti a fare lo stesso.
Solo con la partecipazione di tutti potremo fare la differenza per la salvaguardia del pianeta.

  1. I miei complimenti nei confronti di tutti quei paesi europei e non, citati nell’ articolo appena letto , che hanno già vietato la produzione di foie gras, quindi anche la nostra Italia.. ♥️ Va considerato come un atto di civiltà.. 🥇

    Reply

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Vai alla barra degli strumenti