www.biodizionario.it

Tanti visitatori di promiseland sono ormai abituati a frequentare la sezione dedicata al biodizionario. Esso infatti elenca una serie di circa cinquemila sostanze contenute nei cosmetici più vari, di uso molto comune, come shampoo, trucchi, lozioni e altro, e ad esse viene dato un giudizio in base ad alcune considerazioni. Così, accanto al nome di ogni sostanza, vi sono riprodotti dei semafori che stanno ad indicare, in maniera molto intuitiva, il giudizio: i semafori verdi ovviamente indicano una sostanza accettabile, quello giallo una sostanza che potrebbe causare dei problemi, soprattutto se presente in alta quantità, e i semafori rossi sostanze che sarebbe meglio evitare. I verdi e i rossi hanno poi ulteriori differenziazioni per precisarne meglio il giudizio. Oltre alla pericolosità un elemento da tenere presente nel giudicare una sostanza è se è essa è di origine animale o meno: le prime sono ovviamente sconsigliate.

Il curatore del biodizionario è Fabrizio Zago, un chimico industriale che dopo alcune esperienze di insegnamento si è orientato verso l’industria dei detergenti e dei cosmetici, sostenendo con forza l’utilizzo di molecole naturali. Consulente Ecolabel e di molte catene di distribuzione e fabbricanti sensibili all’ecologia, si è dedicato a questo poderoso lavoro di catalogazione, che non è ancora finito e che nel tempo subisce continui miglioramenti: nuove sostanze vengono aggiunte, ulteriori precisazioni accompagnano quelle già presenti. Un lavoro molto ampio e importante che trova in una dinamica pagina web la sua migliore e più efficace forma di presentazione.

Da oggi il biodizionario ha finalmente un sito tutto per sé, che è possibile consultare a questo indirizzo: www.biodizionario.it. In questo modo esso potrà avere maggiore visibilità e permetterà di rendere un servizio ancora migliore a tutti coloro che non vogliono più farsi “fregare” da multinazionali senza scrupoli o da produttori senza la necessaria coscienza o professionalità. Una vera e propria guida al consumo consapevole dei cosmetici, unica nel suo genere.

Accanto al nuovo biodizionario, sarà sempre presente il forum dedicato ai cosmetici e prodotti biodegradabili, vero laboratorio “virtuale” in cui esperti e non si confrontano. In questi anni nel forum sono state date risposte alle domande più disparate su questi temi, che si possono ora rintracciare con una comda funzione di ricerca. Inoltre sono state proposte “ricette” per la creazione di prodotti fai da te e consigli sul loro utilizzo.

Insomma, parole come C12-13 ALKYL OCTANOATE oppure ZINC PENTADECENE TRICARBOXYLATE che possiamo leggere nelle etichette dei nostri cosmetici non hanno più segreti! Provate a prendere un flacone qualsiasi fra i prodotti presenti in casa vostra e confrontatene i componenti con il nostro biodizionario. Ne scoprirete delle belle!

www.biodizionario.it

  1. Avatar

    Buongiorno, le chiedo se elencando gli ingredienti di un prodotto mi indica le sostanze chimiche-tossiche dal momento che i prodotti eco-bio non sono attendibili, perchè la chimica è mascherata da naturale, grazie Cristina

    Reply

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Skip to toolbar