Yulin: al via il Festival, ma il Governo Cinese non aveva dato lo stop al commercio di cane e gatto?

La denuncia dell’associazione americana Humane Society International parla chiaro, se da un lato è vero che il governo centrale cinese ha rimosso cani e gatti dalla lista del “bestiame” per includerli tra gli “animali da compagnia”, dall’altro lato resta il fatto che la tradizione è difficile da fermare. E così a Yulin ora la vendita degli animali a 4 zampe si è spostata in periferia, concentrandosi nella zona di Nanchao. Il noto mercato Dongkou, che è sempre stato l’epicentro dell’attivtà commerciale, risulta invece relativamente vuoto. 

Diecimila tra cani e gatti uccisi e torturati in dieci giorni al festival della carne di cane di Yulin, in Cina, giunto al suo decimo anno. Non è bastato aver dichiarato fuorilegge il commercio di animali selvatici, neppure quest’anno, nell’era della pandemia di Coronavirus. Cani e gatti sono ammassati in gabbie e continuano ad essere presi a bastonate sulla testa e bruciati o bolliti ancora vivi.

Il divieto non ha fermato quindi l’evento e purtroppo anche se negli ultimi anni si è cercato di sensibilizzare molto sul tema, in Cina ancora il 5% della popolazione si ciba regolarmente di carne di cane e gatto, secondo i dati della Human Society International. Sembra poco, ma stiamo parlando di un miliardo e mezzo  di persone che vuol dire tantissimi animali.

All’occidente pare assurdo questa folle tradizione eppure noi sappiamo bene che non c’è differenza tra le specie e che tutti gli animali meritano rispetto e libertà, maiali, mucche, galline, ecc.

 

  1. Avatar

    Vergognoso maledetti assassini

    Reply
  2. Avatar
    Gian Maria Cavalieri 22 Giugno 2020, 6:16 pm

    Ma questo orrore non avrebbe dovuto cessare?

    Reply
  3. F a venire i brividi l’incapacità dei governi ad educare e ristabilire una nuova società basata sul rispetto della vita e la difesa della salute pubblica.

    Reply
  4. Avatar

    Concretamente cosa possiamo fare? Contattare personaggi famosi che possano promuovere azioni significative? Convincere tv locali a trasmettere di continuo questi orrori ripresi tramite infiltrati? Andare in massa armati sino ai denti per sterminare per sempre questi maledetti? Le petizioni non bastano!!!

    Reply

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Vai alla barra degli strumenti